venerdì 23 agosto 2019

ABBANDONO RIFIUTI - COME CONTRASTARLO E GESTIRLO.

Il fenomeno dell’abbandono di rifiuti fuori dai cassonetti e sulle strade da parte di ignoti, si riscontra all'ordine del giorno nel nostro territorio, suscitando il disappunto e la riprovazione di cittadini e abitanti delle zone interessate.

Rifiuti ingombranti come elettrodomestici, vecchi materassi, materiale edile di scarto, ma anche sacchetti di pattume indifferenziato, plastica e organico, sono spesso il biglietto da visita in cui i cittadini si imbattono in discariche improvvisate ai cigli delle strade.

E’ opportuno evidenziare cosa c’è dietro l’abbandono di un sacchetto o di un rifiuto ingombrante e le conseguenze dirette di una pratica che, sebbene portata avanti da pochi incivili, coinvolge interamente territorio e comunità. Gli effetti dell’inciviltà di pochi diventano infatti onerosi per tutti, sia a causa del maggior carico di lavoro degli operatori ambientali, che per i costi di cui si deve sobbarcare la società che gestisce i rifiuti urbani e tutte le fasi del loro ciclo integrato. Si tratta, in sostanza, di soldi che andranno a gravare sulle tasse di smaltimento dei rifiuti dell’anno successivo e di conseguenza, sulle tasche dei cittadini. Spese che dovranno necessariamente essere coperte da tutti, anche da chi effettua correttamente la raccolta differenziata.

Per gestire il fenomeno degli abbandoni, minimizzando così il senso di degrado avvertito in città è necessario proseguire nell'attività di sensibilizzazione dei cittadini verso le buone pratiche di raccolta differenziata, concordare con l’attuale gestore un eventuale sistema informativo che consenta agli autisti dei mezzi di raccolta di segnalare tempestivamente, durante le normali fasi di presa rifiuti urbani, i casi di abbandono sui quali intervenire, dedicare massima allerta all'abbandono indiscriminato di rifiuti con l’apposizione di fototrappole, appostamenti e controlli a tappeto, installare, con fasi di continuo ampliamento,  un proprio sistema di video sorveglianza per rilevare e registrare comportamenti errati e cogliere chi delinque e abbandona rifiuti sul suolo pubblico facendo partire l’iter sanzionatorio per eventuali comportamenti scorretti.
L’Amministrazione potrebbe rivolgere il controllo preventivo, gli errati conferimenti e gli abbandoni con una collaborazione con le guardie ecologiche volontarie di cui si era dimostrata favorevole alla nostra richiesta di impiego.
Operazioni e suggerimenti di cui sopra che il nostro gruppo ha più volte rimarcato in sede consiliare.

Non siamo disposti ad accettare ulteriori eventuali aumenti della tassa sui rifiuti (TARI) che graverebbe sulle tasche dei cittadini; l'onestà deve essere premiata ed è responsabilità dell'Amministrazione attivarsi per limitare il malcostume dell'abbandono rifiuti.


Via Pianezza - Via Collegno - Via Valle

Pressi Via Nestore Delù - Via Boneschi

Via Cervino - Via Cavour - Strada Campagnola - Via Migliarone

Via Valdellatorre - Via Philips

Nessun commento:

Posta un commento