mercoledì 6 febbraio 2019

CONSIGLIO COMUNALE DEL 05 FEBBRAIO '19 - VOTAZIONI E CONSIDERAZIONI.

I NOSTRI CONSIGLIERI 5 STELLE - GIUSEPPE DEL VECCHIO E COSIMO DI MAGGIO

Martedì 05 Febbraio alle ore 18.00 presso il Movicentro si è tenuto il primo Consiglio Comunale del 2019.

INTERROGAZIONI
Le forze di opposizione hanno presentato in tutto 8 interrogazioni con risposta verbale, DI CUI TRE DIRETTAMENTE DAL NOSTRO GRUPPO CONSILIARE. 
Il Presidente del Consiglio Comunale Toni Pennisi valutando che alcune interrogazioni sono di oggetto comune propone ai Consiglieri di minoranza di far esporre le opportune risposte in unico contesto dagli Assessori preposti o dal Sindaco. Il Consigliere di Articolo 1, Renato Mazza, muove obiezione per cui i quesiti verranno analizzati singolarmente per ogni gruppo consigliare.

INTERROGAZIONI DEL MOVIMENTO 5 STELLE:
SISTEMAZIONE E MESSA IN SICUREZZA AREA GIOCHI DI PIAZZA DEI CADUTI: relaziona l’Assessore Maurizio Morra di Cella. Come da comunicato “work in progress” pubblicato sul sito istituzionale, i lavori di messa in sicurezza sono iniziati il 10 c.m. ed i giochi sono fruibili dalla data odierna. Sono state eliminate le scritte vandaliche, le parti in legno sono state trattate con impregnante e rifatte le sponde dello scivolo; tempo un mese verrà posizionata la pavimentazione anti trauma. L’Assessore coglie l’occasione per comunicare che verranno implementati i giochi presenti nelle scuole Rodari, Gobetti e Borello con degli ulteriori, già forniti in attesa di installazione, per una spesa complessiva di € 19.000,00. Si prenderà in considerazione la proposta promossa dal MoVimento 5 Stelle per l’inserimento di intrattenimenti adatti anche ai portatori di disabilità e, considerati il crescente livello di inciviltà ed atti di vandalismo, è in fase di valutazione la fattibilità di videosorvegliare le aree giochi. Il Consigliere del MoVimento 5 Stelle si augura che quanto prima vengano conclusi i lavori dell’area giochi di Piazza Caduti e prese in considerazione le proposte pentastellate. SI DICHIARA SODDISFATTO DELLA RISPOSTA. 

CHIUSURA TEMPORANEA “BOCCIODROMO COMUNALE”: risponde il Vice Sindaco Giovanni Brignolo. Si tratta di un’interrogazione complessa: dal 2013 ad oggi tra gestore del bocciodromo ed Amministrazione Comunale non è stata sottoscritta alcuna convenzione, sussiste della corrispondenza ma non inerente ad alcun tipo di intesa; gli atti sullo stato di conservazione della copertura in cemento amianto sono pervenuti solo a dicembre 2018; non sussistendo alcun tipo di accordo scritto tra le parti non sono mai stati inoltrati richiami formali nei confronti dell’associazione e comminate sanzioni; la caldaia è stata sostituita con molto anticipo rispetto la presa di conoscenza dello stato di conservazione del manufatto in amianto. Era compito del Presidente avvisare gli associati sulla imminente chiusura della bocciofila considerati i soli rapporti tra egli e l’Amministrazione Comunale. La copertura di cemento amianto verrà sostituita con altra idonea nel periodo estivo per una spesa di € 30.000,00 mentre quanto prima si definiranno i criteri di bando per l’affidamento della gestione della bocciofila. Il Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Giuseppe Del Vecchio, si dichiara sorpreso per la non esistenza di una chiara convenzione tra gestore del bocciodromo ed Amministrazione Comunale che regolamentasse l’attività e come questa anomalia avrebbe potuto compromettere le responsabilità di ognuno in caso, ad esempio, di “infortunio”. SI DICHIARA SODDISFATTO DELLA RISPOSTA.

BONIFICA FEDERAL MOGUL: relaziona l’Assessore Maurizio Morra. La Città Metropolitana sta monitorando le attività di bonifica che al momento non sono ancora concluse. Nella Conferenza dei Servizi del 28 u.s., la Federal Mogul è stata invitata ad una nuova analisi dei terreni ed è stato approvato un nuovo progetto per cui presso l’Ufficio Ambiente del Comune è accessibile una relazione di 150 pagine che prevede l’integrazione dei piezometri ed iniezioni nel terreno di sostanze a contrasto di quelle potenzialmente cancerogene presenti nel terreno. Gli aggiornamenti verranno puntualmente segnalati sul sito istituzionale per darne a tutti opportuna visibilità. Il Consigliere MoVimento 5 Stelle Cosimo Di Maggio, chiede all’attuale Amministrazione, considerate le incertezze, di fare maggiori pressioni presso gli organi competenti affinché venga conclusa la bonifica dell'intera area. SI DICHIARA SODDISFATTO DELLA RISPOSTA.


COMUNICAZIONI
Non è stata annunciata alcuna comunicazione.

APPROVAZIONE MODIFICA ARTICOLO 2 DEL REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE.
Interviene il Presidente della Consulta giovanile di Alpignano, Giovanni Giacomino, che comunica, per chi non fosse a conoscenza, che la Consulta è un organo propositivo e consultivo del Consiglio Comunale al quale sottopone proposte di deliberazione inerenti le tematiche giovanili e formula un parere non vincolante sugli argomenti affrontati dal Consiglio Comunale che riguardano i giovani. Vengono relazionati i progetti che sono stati affrontati nel corso dello scorso 2018 che per la Consulta risulta essere stato un anno di orientamento, nonché esposti i probabili progetti per il 2019. Al fine di coinvolgere quanti più giovani si è richiesto al Consiglio Comunale la modifica all’articolo 2 del regolamento della Consulta, estendendo la partecipazione al gruppo a tutti i giovani con un’età compresa tra i 13 ed i 30 anni, residenti nel territorio di Alpignano.
IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA LA RICHIESTA all’unanimità con i migliori auguri ad incoraggiamento che sempre più ragazzi mantengano l’entusiasmo per poter ampliare partecipazione e creare maggiore aggregazione costruttiva. 

ISTITUZIONE DELLA CONSULTA SULLA DISABILITÀ. APPROVAZIONE E REGOLAMENTO.
Relaziona il Vice Sindaco Giovanni Brignolo, promotore della Consulta sulla disabilità. Il progetto è figlio di un’idea spontanea di tutti coloro che, quotidianamente e non, si trovano ad affrontare situazioni delicate come la disabilità. Il gruppo ha scelto di assumere un ruolo istituzionale e proporsi su tematiche locali come ad esempio il rapporto centri estivi e disabilità. Approvare l’istituzione della Consulta sulla disabilità è un atto di coraggio per farsi carico della problematica, un dovere istituzionale ed un lascito per chi in futuro amministrerà la città. Interviene il Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Giuseppe Del Vecchio, che esprime parere più che favorevole a questa lodevole iniziativa e come possa essere utile l’istituzione di una Consulta in tal merito e propone tramite la medesima, di poter esporre, con il supporto dell’Amministrazione Comunale, la tematica della disabilità, anche all’interno delle scuole al fine di sensibilizzare maggiormente i ragazzi. Il Consigliere Giuseppe Del Vecchio ricorda alla Giunta che a giugno 2018 in occasione dei Special Olympics 2018, il MoVimento 5 Stelle Alpignano aveva proposto un riconoscimento, da parte di tutto il Consiglio Comunale, ai tre giovani atleti alpignanesi, Mirko, Nicolò e Vittoria, che si erano distinti durante la partecipazione ai giochi. Il Consigliere di Siamo Alpignano, Francesco Talarico, comunica che il mancato riconoscimento non è certamente una mancanza voluta e quanto prima si riprenderà l’argomento per arrivare alla conclusione proposta a giugno scorso.
IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA L’ISTITUZIONE DELLA CONSULTA sulla disabilità proposta dal Vice Sindaco Giovanni Brignolo.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L’APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 25 DEL 04/07/2013. ANNULLAMENTO
Relaziona il Sindaco, Andrea Oliva, che comunica che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 del 04 luglio 2013 era stato approvato un regolamento con cui il Comune aveva la facoltà di applicare un canone per le occupazioni relative ad erogazioni di servizi pubblici come ad esempio condutture sotterranee ed impianti per la distribuzione di gas, di energia elettrica, pozzetti, cabine telefoniche ed elettriche, camerette di ispezione, botole, tombini, griglie e qualsiasi altro manufatto posto sul suolo pubblico con riferimento alle condutture di cui sopra. Successivamente all’approvazione del regolamento tre società di servizi hanno presentato ricorso avanti al TAR chiedendone l’annullamento. Nel contempo dal 2013 ad oggi è stata sospesa, da parte del Comune, ogni richiesta economica del canone ricognitorio. Non sussistendo al momento sentenze che possano fare giurisprudenza ed avvalorare la posizione del Comune di fronte al ricorso avanzato dalle tre società, in via cautelativa, onde evitare ulteriori contenziosi e maggiori esborsi dalle casse comunali per spese legali, si è deciso di deliberare l’annullamento del regolamento. In sede di commissione tecnica il dibattito in merito è stato molto approfondito e si è scelto di inserire nella delibera di annullamento una postilla affinché il Comune si possa riservare, nel prossimo futuro, il diritto di riproporre il regolamento aggiornato alla luce di una nuova giurisprudenza. Il Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Cosimo Di Maggio, ritiene corretta la richiesta di annullamento in quanto al momento non si prospetta una situazione favorevole al Comune per la vittoria del ricorso avanzato da terzi, in quanto dopo l'approvazione nel 2013 del regolamento, tranne che per il primo anno, non sono mai stati messi a bilancio i presunti profitti del canone, ne gli enti sollecitati al pagamento producendo una situazione che vede in difetto il Comune. Troviamo, quindi, corretto l'inserimento della postilla di cui sopra.
IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA L’ANNULLAMENTO DEL REGOLAMENTO.    



Nessun commento:

Posta un commento