venerdì 20 luglio 2018

Assestamento generale al bilancio di previsione 2018 - Consiglio Comunale del 19 Luglio 2018


2 - COMUNICAZIONI 

Nessuna nostra comunicazione

3 - ASSESTAMENTO GENERALE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2018. VARIAZIONE N. 3 AL BILANCIO DI PREVISIONE 2018-2020.
4 - VERIFICA SUSSISTENZA EQUILIBRI DI BILANCIO 2018-2020 E RICOGNIZIONE SULLO STATO ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI DI CUI ALL'ART. 193 D.LGS. 267/2000

La parte più importante della Variazione al bilancio di previsione riguarda il Rinnovo del C.C.N.L. della Pubblica Amministrazione. 
Dall’avanzo di bilancio del 2017 sono stati accantonati per il finanziamento degli arretrati stipendiali del 2016 e del 2017, 50.178,79 euro (cifra accantonata in questi due anni in previsione del rinnovo del contratto).

Dell'avanzo 2017 vincolato per interventi “Progetto Burkina Faso”, 535 euro

Ci sono inoltre 6.250 euro che il Comune aveva ricevuto come anticipo per l’attivazione del car-sharing da parte della Regione Piemonte; poiché la ditta è fallita, questi soldi devono essere restituiti.

16.890 euro, sono invece i fondi vincolati dello scorso anno (che arriveranno a 20.000 euro la cui differenza verrà presa dagli oneri di urbanizzazione) per mettere in sicurezza, mediante recinzione, l’Eco Centro. Il progetto sarà realizzato dall'ufficio tecnico del Comune.
2500 euro sempre derivanti dall'avanzo di bilancio del 2017 verranno destinati per comprare un ausilio per un bambino portatore di Handicap, da tenere a scuola.

9200 euro saranno utilizzati per bonificare la casa del custode della Gramsci (fondi regionali per interventi bonifica amianto).

Ci sono anche 10 mila euro di entrate dovuto alla riscossione delle multe.

La variazione al bilancio di previsione 2018/2020 è di 142.920,68.

Il nostro voto di astensione a questa variazione, è un voto dato in continuità al voto dato al documento completo del Bilancio di previsione 2018.

Un Bilancio di buone prospettive - Consiglio Comunale del 26 Marzo 2018

Il voto dei nostri consiglieri:

Di Maggio - Astenuto

Del Vecchio - Assente giustificato

5 - NOMINA DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI DEL COMUNE DI ALPIGNANO PER IL TRIENNIO 2018-2021

Ogni 3 anni viene nominato il collegio dei Revisori dei Conti per il Comune di Alpignano.
La prefettura sorteggia 9 nominativi tra i candidati; per il nostro Comune i primi 3 sorteggiati hanno accettato l'incarico.

Questi i nomi dei nuovi Revisori contabili:

- Fea Andrea
- Pozzo Elvira 
- De Amicis Franco (Presidente)

La nomina del Presidente va in funzione di chi ha svolto negli anni più incarichi.
Gli stipendi sono rimasti invariati, i compensi sono annui.
Il Presidente prenderà il 50% in più rispetto agli altri membri. 



Il voto dei nostri consiglieri:

Di Maggio - Favorevole

Del Vecchio - Assente giustificato

6 - APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO EDILIZIO AI SENSI DELL'ARTICOLO 3, COMMA 3, DELLA L.R. N. 19/1999. ADEGUAMENTO AL REGOLAMENTO EDILIZIO TIPO REGIONALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSIGLIO REGIONALE N. 274-45856/2017

Vista l’Intesa sancita il 20 ottobre 2016 in sede di Conferenza Unificata tra Governo, Regioni e Comuni con cui è stato adottato lo schema di regolamento edilizio tipo e i relativi allegati che costituiscono livelli essenziali delle prestazioni concernenti la tutela della concorrenza e dei diritti
civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale.

In particolare il comune approva:

Le definizioni uniformi dei parametri urbanistici ed edilizi, di cui al capo I della parte prima “Principi  generali e  disciplina  generale dell’attività edilizia”, senza  possibilità  di introdurre
ulteriori modificazioni rispetto a quanto riportato nelle “Indicazioni e specificazioni tecniche”.

Lo schema di regolamento edilizio tipo, di cui alla parte seconda, recependo i contenuti degli articoli vincolanti e completando le parti di propria competenza.

L’elenco degli eventuali allegati al regolamento edilizio, richiamati negli articoli  della parte seconda, che costituiscono parte integrante del regolamento stesso. 

I comuni dovevano, entro il 3 luglio 2018, adeguare i propri regolamenti edilizi al regolamento edilizio tipo regionale secondo le procedure di cui all’articolo 3 della L.R. 19/1999 e dotarsi di norma transitoria. Tale termine, con deliberazione  Consiglio Regionale  n. 289 – 25906 del 21/6/2018, è stato prorogato di ulteriori 150 giorni, a partire dal suddetto termine di scadenza fissato con la precedente  deliberazione Consiglio  Regionale n. 247-45856 del 28 novembre 2017.

L’adeguamento comunale al regolamento edilizio tipo regionale non comporta la modifica delle previsioni dimensionali degli strumenti urbanistici vigenti, che continuano ad essere regolate dal piano regolatore, vigente o adottato alla data del  20 ottobre 2016, fino all’approvazione dei nuovi piani regolatori generali, delle loro revisioni o delle varianti generali di cui all’articolo 12 della L.R. 19/1999.

Il  mancato adeguamento da parte dei comuni nei termini previsti comporta la diretta applicazione delle definizioni uniformi del regolamento edilizio tipo regionale vigente, prevalendo sulle disposizioni comunali, regolamenti  edilizi o piani regolatori, con esse incompatibili. 
Visto l’articolo 3 della legge regionale 8 luglio 1999, n. 19, che disciplina il regolamento edilizio tipo e i regolamenti edilizi comunali.

Il voto dei nostri consiglieri:

Di Maggio - Favorevole

Del Vecchio - Assente giustificato
Il Consigliere Di Maggio Cosimo (Capogruppo M5S Alpignano)

Nessun commento:

Posta un commento