sabato 30 dicembre 2017

Consiglio Comunale del 28 Dicembre 2017 - Mozione di sfiducia


Nella serata del 28 Dicembre 2017, si è tenuto il Consiglio Comunale straordinario per discutere sulla mozione di sfiducia presentata dalle opposizioni nei confronti del Sindaco Andrea Oliva e della sua Giunta, ai sensi dell'art.39 del vigente Statuto Comunale e dell'art.52 del D.LGS. 267/2000.

Prima di entrare nel merito della seduta consiliare, ci preme fare alcune considerazioni.

lunedì 18 dicembre 2017

Chiarimenti in merito alle indagini del processo a carico del Dott.Pirrazzo

Oggi protocolliamo questa nuova interrogazione per eliminare eventuali dubbi, dato che la Società "Sistemi di Rete" di Andrea Oliva ha avuto incarichi di "Manutenzione Programmata, Assistenza Hardware E Incarico Di Amministratore Di Rete, Sicurezza E Privacy" nel Comune di Brandizzo dal 2008 fino al 2016.


lunedì 4 dicembre 2017

Interrogazioni per il Consiglio Comunale del 28 Novembre 2017


INTERROGAZIONE con risposta verbale.
Oggetto: Istituzione Protezione Civile.








INTERROGAZIONE con risposta verbale.
Oggetto: Inserimento servizio ALERT SYSTEM.

























Trasparenza, comunicazione ed Etica. (Dott. Pirrazzo)


In data 2 Novembre, durante la seduta pubblica del consiglio comunale, il Dott. Massimiliano Pirrazzo annunciava le proprie dimissioni dalla carica di Assessore comunale con deleghe al commercio, agricoltura, attività produttive, polizia municipale e protezione civile. Alla base della decisione un atto ufficiale dell’Anac che poteva rendere incompatibile il suo ruolo di Comandante della polizia Municipale di Brandizzo con quello di assessore (ad oggi non è motivo di dimissioni, la sua è stata una scelta personale e di “Etica”) .

venerdì 1 dicembre 2017

Consiglio Comunale del 28 Novembre 2017 - Risposte alle nostre Interrogazioni e votazioni







Interrogazioni Movimento 5 stelle:
    Il Consigliere Cosimo Di Maggio espone l'interrogazione:
    Se durante questo anno ci sono stati degli sviluppi in merito a questa tematica.

    martedì 28 novembre 2017

    Lettera di Dimissioni di Antonia Bagnato


    Prima di tutto voglio ringraziare il gruppo del Movimento 5 Stelle di Alpignano che fin da subito ha dimostrato fiducia nei miei confronti, sostenendomi ed aiutandomi nel lavoro svolto.

    venerdì 24 novembre 2017

    Risposta - Bando Farmacia comunale N3 - Ricorso al TAR contro il Comune di Alpignano



    In data 25 Ottobre 2017, abbiamo inviato una lettera al Segretario Generale del Comune di Alpignano, Dott.ssa. Gavaini Ilaria, nella quale chiedevamo delucidazione in merito al Bando Farmacia comunale N3.

    venerdì 10 novembre 2017

    Consiglio Comunale del 2 Novembre 2017 - Resoconto




    Convocazione consiglio comunale O.d.G

    Nell’ultimo consiglio comunale del 2 Novembre in O.d.G. c’erano due argomenti di rilievo da votare:

    il punto 4 - Programma triennale dei lavori pubblici 2017-2019 ed elenco annuale dei lavori 2017 - 1^ modifica

    il punto 5 - Variazione N.5 al bilancio di previsione 2017-2019


    Punto 4 - Programma triennale dei lavori pubblici 2017-2019 ed elenco annuale dei lavori 2017 - 1^ modifica
    estratto dal programma triennale dei lavori pubblici 2017-2019



    giovedì 2 novembre 2017

    Chi si loda si imbroda


    In questi giorni i social Alpignanesi e in particolare il gruppo Facebook "Alpignanesi Attivi" sono prosperi di post dedicati all'amministrazione attuale, con l’obbiettivo unico di screditare il lavoro che Sindaco e Giunta stanno portando avanti da circa un anno e mezzo.

    Non vogliamo entrare nel merito delle polemiche, ma in uno di questi post siamo stati chiamati in causa proprio dal Sindaco Andrea Oliva. 

    mercoledì 25 ottobre 2017

    Bando Farmacia comunale N3 - Ricorso al TAR contro il Comune di Alpignano - Risarcimento del danno


    Al Segretario Generale del Comune di Alpignano
    Dott.ssa Gavaini Ilaria

    e.p.c.

    al Presidente del Consiglio Comunale

    ai Consiglieri Comunali

    al Sindaco

    Il Consigliere Leonardo Tucci (Alpignano Democratica), durante il consiglio comunale del 29/09/2017, presentava un'interrogazione, dove chiedeva al Sindaco se durante il suo mandato, il Comune di Alpignano avesse subito impugnazioni davanti al TAR.
    Il Sindaco nella risposta non evidenzia pendenze, tranne il ricorso al TAR dove vede il Comune insieme alla SAPA come attore ricorrente nei confronti di ATO3.
    Da nostre ricerche apprendiamo che vi è un fascicolo al Tribunale Amministrativo regionale con N° 201700164 depositato il 23/02/2017, dove viene chiesto un risarcimento danni al Comune di Alpignano, in merito alla revoca delle delibere di Giunta N° 131-180 e di Consiglio Comunale N° 81 del 2016, sulla questione della gestione della farmacia comunale N. 3.

    Alleghiamo dettaglio presente sull'elenco dei ricorsi del Tribunale Amministrativo

    lunedì 23 ottobre 2017

    Asilo Nido Don Minzoni - La conferma delle tariffe


    Qualche settimana fa sul nostro blog abbiamo trattato il tema delle tariffe dell'asilo nido Don Minzoni, facendo un premessa.
    <<I dati in nostro possesso per l'anno 2017/2018 non sono ufficiali, ma ci sono stati consegnati da genitori dopo un "colloquio" con il personale comunale che si occupa della vicenda>>
    Nonostante tutto c'era il timore di venir accusati di aver fatto circolare informazioni false il cui solo scopo era quello di "screditare" l'Amministrazione e di generare panico tra i genitori.

    lunedì 16 ottobre 2017

    Comune di Alpignano - Gestione Migranti - Non c'è lungimiranza!


    In data 28 Settembre, con il Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale N.112/2017, il Comune di Alpignano approva il Protocollo d'intesa per l'attivazione di progetti di volontariato con i richiedenti asilo, titolari di protezione umanitaria e rifugiati (SPRAR), con la Prefettura e l'Associazione Culturale Acuarinto, al fine di attivare rapporti di collaborazione permanente tra le stesse che permettano la realizzazione di progetti di volontariato sul territorio da parte dei migranti ospiti presso la struttura "ex hotel Parlapà". 
    Questo è un passo avanti, ma non basta a garantire l'integrazione!

    lunedì 25 settembre 2017

    Interrogazioni per il Consiglio Comunale del 29 Settembre 2017

    INTERROGAZIONE con risposta verbale.
    Oggetto: Adesione alla rete Servizio centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR).




    lunedì 18 settembre 2017

    Tariffe Nido 2017/18 - Le famiglie con ISEE più basso, sono tra le più penalizzate.


    Dopo una piccola pausa estiva, nonostante una breve ma intensa parentesi legata alla questione Parlapà che ci ha visti coinvolti in prima persona, torniamo a trattare un tema a noi caro, quello dell’asilo nido Don Minzoni. In seguito alle proteste di alcuni genitori dovute al timore di vedersi costretti ad allontanarsi dal proprio comune di residenza per i possibili aumenti sulle rette mensili e le successive rassicurazioni di questa amministrazione, anche se ad oggi non sono state ancora deliberate le nuove tariffe con il contributo comunale in base alle fasce ISEE, possiamo tracciare un primo e provvisorio bilancio su quelli che potrebbero essere gli “eventuali aumenti” per il nuovo anno scolastico 2017/2018. Infatti alcune mamme ci hanno gentilmente riportato alcune informazioni, per ora non ufficiali, ricevute direttamente dal personale comunale. Una piccola premessa, l’anno è ormai iniziato, ma ad oggi tutto tace…

    martedì 22 agosto 2017

    Lettera aperta al Ministro Minniti e al Prefetto di Torino Saccone, sulla gestione dell'accoglienza in italia e sulla struttura dell ex Hotel Parlapa di Alpignano (TO)

    Alla C.A. del Ministro Marco Minniti
    Alla C.A. del Prefetto di Torino Renato Saccone

    Alpignano è un paese di circa 17.000 abitanti situato in provincia di Torino. Circa un anno fa’ l’Associazione culturale Aquarinto con sede ad Agrigento vinse il bando per accogliere 250 richiedenti asilo presso la struttura dell’ex Hotel Parlapà. Il numero degli ospiti presenti in struttura, a causa delle emergenze dovute ai frequenti sbarchi, è spesso superiore a quello stabilito dal bando. Un numero così alto di migranti è sicuramente molto difficile da gestire, tenendo conto della necessità dei ragazzi di imparare l’italiano e di accedere a dei tirocini formativi per avere una piccola speranza.

    mercoledì 5 luglio 2017

    TARI 2017, facciamo chiarezza!!!



    In questi giorni sono molte le segnalazioni di cittadini che lamentano aumenti sulla tassa rifiuti.
    Aumenti che a quanto pare, coinvolgono tutte le famiglie Alpignanesi (oltre 7000).
    Ma facciamo un piccolo passo indietro per capire meglio cosa è davvero accaduto.

    “…Grazie al grande lavoro che il nostro consigliere Cipriano porta avanti tempo, fatto di controlli, verifiche e comparazioni con gli altri comuni serviti da Cidiu SpA, siamo riusciti ad ottenere un risparmio di 132.000 € una tantum e di altrettanto denaro anche su base annua rispetto al passato.
    Abbiamo voluto che il primo risultato di questo grande lavoro (che continua tutt’ora, poiché siamo convinti che esistano ulteriori margini di miglioramento) andasse ad abbattere i costi per le attività produttive (commerciali, industriali ed artigianali) del 22%, mantenendo pressoché invariato il costo per le famiglie...”

    Queste le dichiarazioni che potete trovare all’interno del blog di Alpignano Sicura.

    venerdì 2 giugno 2017

    Inquinamento Area Ex AE Borgo - Federal Mogul

    COMUNICAZIONE LETTA DURANTE IL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MAGGIO 2017

    Nel 2002 è stato avviato il procedimento a carico della Federal Mogul per la grave situazione di inquinamento presente nell’area Ex Borgo (SP177 - Strada per Val della Torre).
    Nel 2011 (9 anni dopo) è stato eseguito il primo “intervento” in campo, rappresentato dalla Messa in Sicurezza Permanente dell’area consistente in una copertura dell’area, e sono state messe in atto misure di Messa in sicurezza della falda sotterranea, per cercare (con scarsi risultati) di contenere la fuoriuscita dei contaminanti dal sito, rappresentati da sostanze altamente tossiche come i solventi clorurati e il cromo esavalente, in grado di diffondersi a lunghe distanze. 
    A dicembre 2013 il M5S ha promosso una raccolta firme per sensibilizzare la popolazione sul grave problema ambientale e sulle inefficaci misure adottate, chiedendo un progetto serio di bonifica dell’area.
    L’azione intrapresa da M5S che ricordiamo allora non aveva rappresentanti in Consiglio Comunale, ha avuto i suoi effetti e grazie anche alla disponibilità dell’a precedente Amministrazione comunale a fine 2014 ha promosso l’affidamento di un incarico a tecnico specializzato con il compito di affiancare l’Amministrazione pubblica nell’annosa questione.
    Il lavoro svolto nel 2015 dal Tecnico, è partito dalla valutazione della corposa documentazione presente e ha riguardato anche l’esecuzione di Test di laboratorio impiegando l’acqua di falda proveniente dal sito ancora pesantemente contaminata da sostanze altamente tossiche.
    Il Tecnico ha quindi supportato i funzionari comunali nell’ambito delle riunioni tecniche e Conferenze dei Servizi con gli enti preposti, portando i risultati molto positivi dei Test eseguiti e portando una svolta nel procedimento in corso, evidenziando nelle sedi opportune, il fatto che quanto stava avvenendo nel sito Federal Mogul non poteva essere più tollerato e dimostrando l’esistenza di  tecnologie di bonifica molto più efficienti di quelle sino ad allora impiegate,  e imponendo quindi da parte degli enti preposti a Federal Mogul la presentazione di un Progetto di bonifica delle acque sotterranee.
    Nel 2016 c’è stato l’insediamento della nuova Amministrazione, salutata come una nuova opportunità dai cittadini, un nuovo progetto fatto di trasparenza e sostenibilità e disponibilità di collaborare con le opposizioni, per risolvere i problemi del paese e quindi anche le gravi problematiche ambientali di salute pubblica, come quella rappresentata dalla Federal Mogul.
    Essendo decaduto anche l’incarico del Tecnico nominato dalla giunta precedente, con la volontà di capire se Federal Mogul avesse presentato o meno il Progetto Operativo di Bonifica per le acque sotterranee, è stata rivolta esplicita domanda alla nuova Amministrazione, e come risposta l’Assessore Morra Di Cella nell’ottica della collaborazione con le opposizioni per il bene dei cittadini, ha cortesemente risposto richiedendo l’accesso agli atti.
    Nella documentazione pervenuta da parte di Federal Mogul a fine aprile 2017, ottenuta in seguito all’accesso agli atti eseguito in data 29 Marzo 2017, non risultava ancora presente il Progetto Operativo atteso, che risulta invece essere pervenuto qualche giorno dopo il ricevimento della documentazione.
    M5S facendo nuovamente leva sulla disponibilità a collaborare con le opposizioni, sprattutto per questioni che riguardano la salute pubblica, e facendo leva sul fatto che un Accesso agli Atti fosse appena stato fatto per la medesima questione, ha chiesto di poter visionare il Progetto di Bonifica, e per tutta risposta l’Assessore Morra Di Cella ha richiesto un nuovo accesso agli atti.
    Le criticità presenti nell’area continuano ad essere notevoli, la Messa in Sicurezza Permanente è un sistema che nel tempo tende a deteriorarsi, necessita di continue manutenzioni e non dà alcuna garanzie che i contaminanti presenti nel suolo non vengano dispersi nell’ambiente. Se uniamo a tale aspetto il fatto che molte zone presenti nell’area Federal Mogul non risultano ancora monitorate, la situazione ambientale dell’area continua ad essere molto critica.
    Approfittiamo quindi dell’occasione per mettere all'attenzione dell’Assessore Morra di Cella e del Sindaco, in qualità di garante della salute pubblica, la necessità di eseguire o imporre ai diretti interessati ulteriori indagini nell’area Federal Mogul, in quanto molte aree presenti nella zona risultano ancora non indagate e potrebbero celare tristi soprese che andrebbero valutate al più presto.

    L'articolo risale al 2013, quando come gruppo M5S Alpignano, abbiamo sensibilizzato la cittadinanza, sulla questione inquinamento nell'area Ex AE Borgo

    giovedì 1 giugno 2017

    Ad un anno dall insediamento della Giunta Oliva

    COMUNICAZIONE LETTA DURANTE IL CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MAGGIO 2017

    Ad un anno circa dal vostro insediamento, pur facendo parte di schieramenti politici differenti, pensavamo finalmente di aver trovato una alternativa alla così detta “vecchia politica”.
    E invece, dopo quasi 12 mesi in cui avete comunque dimostrato competenze e preparazione, ci ritroviamo a fare un bilancio quanto meno preoccupante sul fronte “rapporti istituzionali” che questa amministrazione dovrebbe avere nei riguardi dell’opposizioni, delle associazioni e comitati Alpignanesi.

    Mesi fa, come Movimento 5 Stelle, decidemmo di abbandonare la “Commissione Consultiva per l’accoglienza dei cittadini stranieri”, perché vennero a mancare quei principi fondamentali di collaborazione e comunicazione che avrebbero dovuto differenziarvi dal passato, e che richiedevate a gran voce quando i banchi dell’opposizione erano occupati da coloro che oggi fanno parte di questa maggioranza.

    Accuse di immobilismo sono arrivate anche dal presidente del consiglio di amministrazione dell’acquedotto e dai suoi consiglieri. Subito dopo l'insediamento del Sindaco Oliva, diversi sono stati gli inviti ritolti al sindaco ad incontrare i membri dell’acquedotto, inviti evidentemente caduti nel vuoto. Ritrovandoci oggi senza un bilancio approvato, con le dimissioni di tutti i membri del CDA dell’acquedotto compreso quelle del Presidente.

    Altre polemiche e accuse sono giunte dall’associazione dei commercianti. Anche in questo caso, siete stati accusati di poca trasparenza e poca collaborazione in occasione dell’evento “Alpignano in fiore”. Evento che poteva essere gestito e pubblicizzato diversamente, dove abbiamo visto con stupore, le associazioni  Alpignanesi pagare il suolo pubblico. Risultato finale, poche bancarelle e poca affluenza.

    Notevoli polemiche sono da rilevare sulla gestione del problema asilo nido Don Minzoni, dove sono stati tagliati i contributi alle famiglie, in quanto i genitori per essere considerati hanno dovuto partecipare al consiglio del 31 marzo 2017, imponendo la loro presenza con  conseguente involontaria azione di disturbo che tutti ricordiamo!

    Infine siamo stati contattati numerose volte dagli operatori marcatali, i quali si lamentavano dell’indifferenza e del silenzio  della giunta in carica, rispetto al problema di riorganizzazione dell’area mercatale del sabato.

    E infine, arriviamo al comitato del Palio. Ricordiamo tutti le promesse fatte lo scorso luglio agli Aba’ e ai Borghi, nel quale assicuravate piena e costante collaborazione, per riproporre un Palio dove i protagonisti sarebbero stati nuovamente loro. Ma purtroppo anche da loro, la stessa ed identica accusa. Poca trasparenza e poca disponibilità ad incontrare i membri del comitato. E pensare che negli anni passati, lo stesso vice sindaco, era stato parte attiva di questa manifestazione. Forse con il passare del tempo e delle giunte, sono cambiati anche i metodi.

    Ora siamo qui a domandarci se davvero sono le associazioni e comitati Alpignanesi i veri responsabili del fallimentare rapporto con questa attuale amministrazione o più semplicemente, c’è stata da parte vostra una responsabilità oggettiva, un muro contro muro, che vi ha impedito di  vivere momenti di collaborazione e dialogo con tutti i maggiori gruppi presenti sul territorio.
    Sembra che non vogliate collaborare, confrontarvi e coordinare quello che è il tessuto sociale Alpignanese, che opera da sempre sul nostro territorio, sostituendolo di volta in volta, con una copia più vicina all'ormai famoso “laboratorio delle idee”, quello delle idee giuste!

    L’invito che noi tutti vi rivolgiamo, è quello di non dimenticarvi di essere stati eletti da 4186 Alpignanesi. E’ necessario dialogare anche con la restante parte di Alpignano e non solo con coloro che più si identificano in voi.
    Una buona amministrazione la si denota anche da queste cose, parlando con la gente, tra la gente.

    Cosimo Di Maggio
    Capogruppo M5S Alpignano


    martedì 30 maggio 2017

    Interrogazioni e Mozioni per il Consiglio Comunale del 30 Maggio 2017

    INTERROGAZIONE con risposta verbale.
    Oggetto: Riorganizzazione area Mercatale di Piazza 8 Marzo












































    INTERROGAZIONE con risposta verbale.
    Oggetto: Intenzioni sul Castello di Alpignano (Castello Provana)












































    INTERROGAZIONE con risposta verbale.
    Oggetto: Appello per razionalizzazione delle risorse






































    MOZIONE
    Oggetto: Ripristino del contributo per la gestione dell'Asilo nido "Don Minzoni"














































    MOZIONE
    Oggetto: Riqualificazione di aree incolte ed inutilizzate sul territorio Alpignanese














































    MOZIONE
    Oggetto: Verità per Giulio Regeni



    lunedì 3 aprile 2017

    Consiglio Comunale del 31 Marzo 2017 - Risposte alle nostre Interrogazioni


    •     Prima interrogazione del Movimento 5 Stelle:
    Intenzioni sul Castello Alpignano

    Il Consigliere Cosimo Di Maggio espone l'interrogazione:

    In Alpignano è presente la struttura del Castello, di proprietà dell'Ordine dei Missionari della Consolata, ormai in disuso e in fase di decadenza. Per la bellezza del luogo e dell'esposizione, valutando progetti culturali,  didattici e di integrazione, il suddetto plesso potrebbe divenire un centro di attrazione per il paese.

    Si interroga pertanto il Sindaco e la Giunta, quali siano le loro intenzioni in merito alla struttura del Castello e se ci sia l'intenzione di portare avanti progetti anche tramite enti esterni.

    Risponde all'interrogazione il Sindaco Andrea Oliva:

    La prima delibera risale al 2002 ed in 15 anni sono cambiate molte cose, sia da parte
    dell'amministrazione comunale sia da parte dei Missionari della Consolata. Noi stiamo valutando cosa comporterebbe l'acquisizione della struttura, abbiamo già fatto degli incontri preliminari e ad aprile ci sarà un importante incontro con i vertici dei missionari dove speriamo di fare dei passi avanti.


    Riprende la parola il consigliere Cosimo Di Maggio:

    Non avendo ricevuto risposte chiare, ma un "valuteremo", attendiamo certezze.

    Il consigliere Cosimo Di Maggio si dichiara non soddisfatto della risposta ricevuta


    •       Seconda interrogazione del Movimento 5 Stelle:
    Intenzione sull’Asilo Nido Don Minzoni

    Il Consigliere Cosimo Di Maggio espone l'interrogazione:

    Data l'attuale situazione, l'amministrazione intende diminuire il contributo comunale alle famiglie per il pagamento delle rette dell'asilo Don Minzoni. I bambini che usufruiscono, ad oggi, del servizio di asilo nido sono 38.

    Si interroga pertanto il Sindaco e la Giunta, quali siano le scelte che prenderanno in merito all'asilo Don Minzoni, se ci sarà ancora la possibilità per i genitori con maggiori difficoltà economiche di usufruire del servizio nido e quale alternativa proponete.

    Risponde l'Assessore Gianni Brignolo:

    L'asilo Don Minzoni non chiuderà né verrà privatizzato, i muri sono di proprietà del comune. Stiamo solo facendo un nuovo bando di assegnazione perché quello attuale è in scadenza.
    Proporremo un bando in cui tutte le spese della struttura e della gestione sono a carico del comune in modo che la cooperativa che gestirà il nido possa avere delle rette più basse. Attualmente il comune spende 130.000 euro all'anno e questa ci sembra una spesa eccessiva per soli 38 bambini. Ci saranno comunque dei contributi economici per le famiglie più disagiate. Stiamo inoltre valutando la possibilità di asili nido in famiglia e di classi primavera.

    Riprende la parola il consigliere Cosimo Di Maggio:

    Non ho ricevuto risposte certe, non si può tagliare un contributo di 130.000 euro per il nido, e spiegare il perchè in consiglio comunale, bisognava prima spiegarlo alle famiglie. Occorre garantire alle famiglie un contributo, in particolar modo a quelle con le fasce ISEE più basse, da permettere ai propri figli di frequentare il nido. Noi suggeriamo all'amministrazione di ripristinare un contributo per gli iscritti al nido e di confrontarsi con i genitori dei bimbi per spiegare il cambiamento.

    Il consigliere Cosimo Di Maggio si dichiara non soddisfatto della risposta ricevuta

    •       Terza interrogazione del Movimento 5 Stelle:

    Il Consigliere Cosimo Di Maggio espone l'interrogazione:

    La riapertura della scuola Gramsci è un valore aggiunto per Alpignano e i suoi abitanti. Avete fatto la scelta politica di ristrutturare la scuola invece di puntare ad una nuova costruzione, al passo con i tempi e con le nuove tecnologie. Noi non ci opponiamo a questa scelta, purché l'obbiettivo principale sia la salute ed il benessere dei cittadini. Da quanto si evince dalle dichiarazioni dell'amministrazione, rilasciate su più quotidiani locali, l'intenzione non è quella di bonificare totalmente la scuola, perché sovradimensionata rispetto alle attuali esigenze, ma solo la parte che ospiterà circa 200 bambini.

    Si interroga pertanto il Sindaco e la Giunta, se già nella prima parte dei lavori verrà rimosso totalmente l'amianto presente in tutta la scuola. Se le classi rientreranno nell'edificio a lavori ultimati o già in seguito alla ristrutturazione della prima parte senza attendere "l'ultimazione del secondo lotto di interventi".

    Risponde l'Assessore Maurizio Morra di Cella:

    Una nuova scuola sarebbe piaciuta a tutti ma non abbiamo i fondi; abbiamo chiesto i soldi in regione e in tutte le sedi possibili ma non abbiamo ricevuto nessuna certezza quindi abbiamo deciso di andare avanti con le nostre forze, se poi riceveremo qualcosa non faremo il secondo mutuo nel 2018. Il problema è urgente e già da quest'anno iniziamo a lavorare per sistemare la scuola. Io mi adopererò perché la bonifica dall'amianto sia effettuata tutta e subito ma questa scelta dipende dai progettisti. Certamente i bambini inizieranno a frequentare la scuola in condizioni di sicurezza.

    Riprende la parola il consigliere Cosimo Di Maggio:

    Per noi è primario che nel primo step di lavori, si bonifichi tutto l'amianto presente nella struttura, per un fattore di salute di sicurezza, anche economico. Attendiamo di visionare il progetto definitivo dei lavori, per poter capire se effettivamente ci sarà una bonifica totale dell'amianto, nel primo step di lavori.

    Il consigliere Cosimo Di Maggio si dichiara parzialmente soddisfatto della risposta ricevuta
    •      Quarta interrogazione del Movimento 5 Stelle:
    Situazione strade del Comune di Alpignano

    La Consigliera Antonia Bagnato espone l'interrogazione:

    Sono giunte da parte dei cittadini delle segnalazioni riguardanti le buche nelle strade, le quali possono creare danni a pedoni e veicoli. Tali denunce vengono segnalate in varie parti della città. Nel Programma triennale dei lavori pubblici per gli anni 2017-2018-2019, i lavori di manutenzione straordinaria e di rifacimento dei pavimenti stradali per importi superiori ai 100 mila euro, sono previsti soltanto per l'anno 2019, per un importo totale previsto di 190 mila euro.

    Si interroga pertanto il Sindaco e la Giunta, se hanno programmato interventi al di sotto dei 100 mila euro, al fine di ripristinare le condizioni di sicurezza delle strade della città, evitando che ulteriori inverni possano provocare un peggioramento del manto stradale.


    Risponde l'Assessore Maurizio Morra di Cella:

    Nel 2019 verranno fatti dei lavori più significativi, ma nel frattempo si procederà con una serie di piccoli interventi di manutenzione stradale, man mano che si riuscirà a trovare i fondi.

    La consigliera Antonia Bagnato si dichiara soddisfatta della risposta ricevuta


    •      Quinta interrogazione del Movimento 5 Stelle:
    Interventi di rimozione e smaltimento degli edifici contenenti amianto di proprietà Comunale.

    Il  Consigliere Cosimo Di Maggio espone l'interrogazione:

    La salute e la sicurezza dei cittadini deve essere sempre l'obbiettivo primario per ogni Amministrazione, e questo passa anche attraverso interventi di bonifica totale degli edifici contenenti amianto di proprietà Comunale. Ci sono edifici di competenza comunale, ad esempio l'ex Borello e l'ex scuola Turati, in completo stato di abbandono, senza dimenticare la scuola Gramsci, ormai chiusa da circa 2 anni. 

    Si interroga pertanto il Sindaco e la Giunta, affinché illustrino le azioni che intendono intraprendere per affrontare questa problematica ambientale nel nostro comune.


    Risponde l'Assessore Maurizio Morra di Cella:

    Sull'area della ex-Borello stiamo seriamente lavorando per procedere al più presto allo smantellamento dell'edificio e al riutilizzo dell'area in cui sorge. Per la ex-Turati dobbiamo attendere l'approvazione del piano regolatore che permetterà di definire la destinazione d'uso dell'edificio.


    Riprende la parola il consigliere Cosimo Di Maggio:

    Auspichiamo che venga intrapreso un percorso, che porti finalmente alla bonifica dall'amianto, di tutti gli edifici di proprietà comunale.

    Il consigliere Cosimo Di Maggio si dichiara soddisfatto della risposta ricevuta


    E' stata approvata la nostra Mozione sulla "Convenzione con Guardie Ecologiche Volontarie", integrando un emendamento presentato dalla maggioranza, dove si lascia aperta la possibilità di poter sottoscrive la convenzione, anche con un corpo volontario equivalente.



      mercoledì 29 marzo 2017

      Interrogazioni per il Consiglio Comunale del 31 Marzo 2017

      INTERROGAZIONE con risposta verbale.
      Oggetto: Ristrutturazione della scuola Gramsci.









































      INTERROGAZIONE con risposta verbale.
      Oggetto: Intenzioni sull’Asilo nido








































      INTERROGAZIONE con risposta verbale.
      Oggetto: Intenzioni sul Castello di Alpignano 









































      INTERROGAZIONE con risposta verbale.
      Oggetto: Interventi di rimozione e smaltimento degli edifici contenenti amianto di proprietà comunale.









































      INTERROGAZIONE con risposta verbale.
      Oggetto: Situazione strade del Comune di Alpignano.