sabato 22 settembre 2018

Adeguamento ed integrazioni per la mobilità cittadina

Uno punto del nostro programma elettorale presentato nel 2016, fu il P.E.B.A., Piano Eliminazione Barriere Architettoniche.
Estratto dal Programma elettorale 2016/2021 del M5S Alpignano

Innanzitutto, che cosa sono le barriere architettoniche? Una barriera architettonica è un qualunque elemento costruttivo che impedisce o limita gli spostamenti o la fruizione di servizi, in particolar modo a persone disabili, con limitata capacità motoria o sensoriale.
Scale, gradini o rampe troppo ripide, rappresentano elementi architettonici in grado di limitare la mobilità delle persone.


E’ doveroso ricordare che, anche attraverso la manutenzione e la corretta conservazione delle strade e marciapiedi, passa la sicurezza e che, non poterne usufruire per impossibilità oggettive, costituisce una limitazione per il cittadino.
Via Cavour fronte campi da tennis

Via Cavour fronte campi da tennis

Bar Cavour - via Cavour angolo via Baracca

Ci sono poi tratti pedonali dove, l’erba infestante, ha reso meno agevole il passaggio pedonale; occorre sensibilizzare chi di competenza, affinché intervenga eliminando completamente il problema mediante l’utilizzo di erbicidi (non chimici) o azioni di sfalcio d’erba lungo i bordi dei muri cosicché da rendere più piacevole e confortevole, una semplice passeggiata. 

Corso Torino - angolo via Ratti - Bertoglio S.p.a.

Anche Via Mazzini e Via Cavour, arterie molto trafficate, presentano importanti dissesti legati al manto stradale, agli attraversamenti pedonali quasi inesistenti e ai marciapiedi interni con i suddetti problemi, ed è dunque corretto sollecitare l’attuale Amministrazione Comunale a prendersi in carico la soluzione della tematica segnalata in concomitanza alle altre priorità già segnalate dal nostro Gruppo Politico.
Via Mazzini - Pizzeria La casa di Totò

Via Mazzini - Pizzeria La casa di Totò

Ci sono anche casi dove recentemente si è intervenuti, ma dove ancora manca l'accessibilità al marciapiede.

Via Caselette

Via Caselette

Poiché Alpignano in questi mesi è rimasta “ostaggio” dei lavori di manutenzione e ripristino di alcuni tratti stradali, riteniamo anche che, sia opportuno rivedere ed eliminare, tutti quegli elementi di disturbo alla circolazione pedonale e che, in taluni casi, sono di ostacolo a coloro che non possono fare a meno dell’impiego di mezzi e ausili alla mobilità (carrozine, passeggini, sedie a rotelle) e che, non consentono loro, una libera circolazione sul territorio.

Di seguito, la nostra interrogazione protocollata in merito:
Adeguamento ed integrazioni per la mobilità cittadina a favore delle inabilità e ausili alla mobilità 



lunedì 10 settembre 2018

"Scuola-College" A.Tallone - Una grande sfida, non solo didattica


Scuola Secondaria "A. Tallone"

Sabato 8 Settembre, è stato ufficialmente inaugurato il progetto "Scuola-College" nella Scuola Secondaria di primo grado “A. Tallone". 
Una bella novità per il nostro Comune che non può che renderci felici, considerando le difficoltà che le scuole Alpignanesi attraversano ormai da tempo immemorabile (vedi chiusura Scuola Primaria "A. Gramsci"). 
Con la "Scuola-College", non saranno più i docenti a dover cambiare aula alla fine delle loro lezioni, ma a spostarsi saranno gli alunni.
Infatti una delle novità, oltre agli armadietti colorati dove i ragazzi potranno posare zaini e libri (saranno abbastanza capienti?), saranno le aule dedicate alle varie materie come lettere, storie e geografia, matematica e scienze, inglese e francese.
Insomma, una bella sfida per insegnanti, alunni e perché no, anche per i genitori che insieme ai propri figli vivranno per la prima volta questa esperienza e che darà a tutti una grande opportunità di crescita.

Ma veniamo alle note dolenti.
Ci rammarica, in un momento di così grande euforia constatare che, dopo due anni, sono ancora presenti nel cortile della scuola le transenne che delimitano l'area, a causa e non solo, dei problemi con i davanzali.





L'immagine della scuola"A. Tallone", per chi arriva da altri comuni ma anche per gli stessi cittadini Alpignanesi, non può che venirne penalizzata dove, oltre ai davanzali mancanti o danneggiati, si possono vedere fili elettrici (???) "penzolanti", pareti scrostate; insomma, non proprio un bel biglietto da visita per una scuola che si pone l'obbiettivo ambizioso di diventare un esempio per i comuni limitrofi e che magari spera in nuove iscrizioni.





Siamo altresì consapevoli delle difficoltà che tutti i comuni hanno nel reperire risorse; questo non giustifica la presenza delle transenne che, da almeno due anni, occupano in pianta stabile il cortile, con buona pace di tutti.
Aggiungiamo anche che, gli attraversamenti pedonali in prossimità della scuola, sono praticamente inesistenti e meriterebbero una maggiore attenzione.




Dunque ci auguriamo che, quanto prima, anche la parte esterna dell'edificio scolastico possa tornare a brillare, così come le sue aule e i suoi progetti meritevoli di "lode".

Di seguito, la nostra interrogazione protocollata in merito:
Manutenzione Scuola "A. Tallone"


"La scuola è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo"
Malcolm X

venerdì 17 agosto 2018

Qualche informazione sullo Stato di sicurezza dei Ponti Alpignanesi

Oggi abbiamo protocollato questa richiesta al Sindaco del nostro Comune.
Stato di sicurezza dei Ponti Alpignanesi

I recenti fatti di Genova in merito al crollo del “Ponte Morandi”, hanno scosso l’opinione pubblica sulla sicurezza di ponti e viadotti.
Molti cittadini Alpignanesi ci domandano in quale stato versino i due principali Ponti Alpignanesi.
Ci troviamo dunque nella difficile condizione di dover rispondere pur non essendo noi né ingegneri né architetti, ma politici alla prima esperienza; abbiamo quindi messo insieme informazioni, basando le nostre risposte su documentazioni raccolte durante la nostra attività politica.
Riportiamo quelle di nostra conoscenza:

Ponte vecchio
Il Ponte Vecchio è un ponte romano ad archi.
Nel passato, proprio per la sua strategica posizione, fu spesso al centro di eventi bellici.
Nel 1960 fu chiuso al traffico per un ampliamento della carreggiata.
Nel settembre del 2016, la Città Metropolitana di Torino, procedeva a lavori urgenti di risanamento e di messa in sicurezza dello stesso.
Sappiamo inoltre che, già nel 2016, c'era la volontà da parte della CM di Torino di dismettere il Ponte Vecchio, passando l'onere delle manutenzioni al Comune di Alpignano.
Ad oggi non abbiamo documentazione del passaggio.
Documentazione della Città Metropolitana sulla manutenzione del Ponte.

Ponte Vecchio - Ponte Romano ad archi
Ponte NuovoNel 1936 venne inaugurato il Ponte Nuovo, struttura concepita ad un'arcata singola in cemento armato.
Le notizie più recenti di manutenzione del ponte, sono di un alleggerimento dello strato di asfalto e di piccole manutenzioni alle balaustre, ma di questo non abbiamo documentazione.

Ponte Nuovo - Ponte ad arcata singola
Siamo certi che i Ponti Alpignanesi siano monitorati sia dai tecnici del Comune di Alpignano che da quelli della Città Metropolitana, allo stesso tempo conosciamo le difficoltà di quest’ultima a garantire fondi per la loro manutenzione.

Di recente abbiamo visto il Consigliere Metropolitano nonché Sindaco di Pianezza, Dott. Antonio Castello, interessarsi alla messa in sicurezza del "Ponte Nuovo", riguardo la questione “suicidi”, facendosi portavoce in CM di una problematica riguardante il nostro Comune e che per questo ringraziamo.
Ricordiamo anche che, come M5S, abbiamo in Consiglio Metropolitano il Sindaco, il Vice-Sindaco e 6 Consiglieri Metropolitani, non uno ma bensì 8 componenti del Consiglio della Città Metropolitana, pronti a interessarsi alle istanze del nostro Comune.
Tornando alla questione in oggetto, tutte le città Metropolitane denunciano mancanza di fondi per la manutenzione di strade, ponti ed edifici di loro competenza. Il Nuovo Governo, dal canto suo, lavora per sbloccare fondi e trovare soluzioni utili per sostenere queste problematiche.

Da qui la Nostra richiesta, al Sindaco e alla Giunta, di informare e tranquillizzare i cittadini,  comunicando loro, lo stato attuale dei nostri ponti ed eventuali criticità già segnalate in Città Metropolitana, attraverso il sito del nostro Comune.

lunedì 23 luglio 2018

Consiglio Comunale del 19 Luglio 2018 - Risposte alle nostre Interrogazioni


  • Prima interrogazione del Movimento 5 Stelle:
Situazione degli scarichi delle acque pluviali

IL consigliere Cosimo Di Maggio prende la parola:

"I chiusini siti nel territorio comunale risultano in alcuni punti completamente otturati e pieni di residui.
Lo stato di efficienza dell’apparato di scarico delle acqua pluviali influisce sui servizi collegati alla collettività, quali viabilità, transito, trasporto pubblico e privato, nonché sulle attività di soccorso e prevenzione.
Considerato che
Un singolo scarico mal funzionante innesca una reazione di collegamento con gli scarichi di prossimità, compromettendo il regolare deflusso anche nei restanti scarichi sia a monte che a valle
Si interroga il Sindaco e la Giunta
Se sono previsti interventi di manutenzione e controllo per la pulizia dei suddetti chiusini, sia sulla grande viabilità che sulle vie più interne."

Risponde l'Assessore Maurizio Morra di Cella:

"Anche da parte dell'amministrazione si è riscontrato che diversi scarichi sono intasati, purtroppo sono lavori di manutenzione ordinaria, anche se non è chiaro fin dove è compito del comune e dove della SMAT. Si è fatta un censimento di tutti i chiusini e il loro stato, abbiamo programmato gli interventi, aspettiamo solo di avere diponibilità di personale e fondi."

Riprende la parola il consigliere Cosimo Di Maggio:

"Capisco che negli ultimi anni le precipitazioni sono diventate sempre più violente e di portata eccezionale. Purtroppo molti chiusini sono totalmente otturati e tenere gli scarichi liberi consente un miglior deflusso dell'acqua. Faccio notare anche la situazione del sottopasso della stazione, che ad ogni pioggia un pò più intensa si allaga, impedendo l'attraversamento. Speriamo che con il nuovo sottopasso non si presentino più queste situazioni. Abbiamo fiducia che al più presto si cominci con questa programmazione di interventi."

Il consigliere Cosimo Di Maggio si dichiara soddisfatto della risposta ricevuta


  • Seconda interrogazione del Movimento 5 Stelle:
Situazione strade Comune di Alpignano

IL consigliere Cosimo Di Maggio prende la parola:

"Già nel marzo del 2017 era stata da noi presentata una interrogazione in cui domandava se erano stati previsti interventi sotto i 100 mila euro.
La situazione del manto stradale di questo ultimi anni è peggiorato anche a causa delle forti precipitazioni atmosferiche, diventate sempre più violente e pericolose.
Qualche piccolo intervento è stato fatto e anzi, siamo sicuri che altri se ne faranno con il passare del tempo.
Considerato che
Nelle ore di punta il traffico su ruote aumenta notevolmente fino a creare lunghe code che, complice anche il manto stradale sconnesso, limita notevolmente la circolazione.
Anche in assenza di traffico autostradale, nonostante le limitazioni di velocità, se non si presta la giusta attenzione, molte sono le buche che potrebbero causare danni alle proprie vetture, specialmente durante i temporali che oltre a limitare la visibilità, nascondono le buche, con buona pace di pneumatici e ammortizzatori.
Passato il periodo estivo, ci ritroveremo ad affrontare un nuovo inverno che peggiorerà ulteriormente il già deteriorato manto stradale, generando la “nascita” di nuove buche e limitando notevolmente percorsi come Via Mazzini, parte di Via Garibaldi, ma anche strade meno battute come ad esempio Via Don Murialdo.
Si interroga il Sindaco e la Giunta
Se c’è l’intenzione di fare una programmazione di interventi, con un investimento annuale superiore a quelli finora messi nel piano triennale dei lavori pubblici, tali da portare ad una situazione di normalità il manto stradale del nostro territorio."

Risponde l'Assessore Maurizio Morra di Cella:

"Il manto stradale si degrada nell'arco di qualche anno. Ci sono 56 km di strade da asfaltare nel nostro Comune, con costi elevatissimi.
Anche per le buche abbiamo fatto un censimento, abbiamo perfettamente idea dello stato delle strade. Stiamo preparando la programmazione degli interventi, con la speranza di riuscire ad ottenere finanziamenti da enti superiori e fondi nostri.
Inizieremo con piccoli interventi sperando in futuro di poterne fare sempre di più."

Riprende la parola il consigliere Cosimo Di Maggio:

"Vi sembrerà una interrogazione scontata, banale e ripetitiva. Siamo consapevoli della scarsa disponibilità di fondi utilizzabili che rimangono dai vincoli di bilancio, ma bisogna fare uno sforzo in più. Sono tante le lamentele che raccogliamo tra i cittadini di Alpignano, sullo stato delle strade e questo vi riportiamo. Bisogna fare un programma e attuarlo senza aspettare l'ultimo anno a ridosso delle elezioni."

Il consigliere Cosimo Di Maggio si dichiara soddisfatto della risposta ricevuta

venerdì 20 luglio 2018

Assestamento generale al bilancio di previsione 2018 - Consiglio Comunale del 19 Luglio 2018


2 - COMUNICAZIONI 

Nessuna nostra comunicazione

3 - ASSESTAMENTO GENERALE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2018. VARIAZIONE N. 3 AL BILANCIO DI PREVISIONE 2018-2020.
4 - VERIFICA SUSSISTENZA EQUILIBRI DI BILANCIO 2018-2020 E RICOGNIZIONE SULLO STATO ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI DI CUI ALL'ART. 193 D.LGS. 267/2000

La parte più importante della Variazione al bilancio di previsione riguarda il Rinnovo del C.C.N.L. della Pubblica Amministrazione. 
Dall’avanzo di bilancio del 2017 sono stati accantonati per il finanziamento degli arretrati stipendiali del 2016 e del 2017, 50.178,79 euro (cifra accantonata in questi due anni in previsione del rinnovo del contratto).

Dell'avanzo 2017 vincolato per interventi “Progetto Burkina Faso”, 535 euro

Ci sono inoltre 6.250 euro che il Comune aveva ricevuto come anticipo per l’attivazione del car-sharing da parte della Regione Piemonte; poiché la ditta è fallita, questi soldi devono essere restituiti.

16.890 euro, sono invece i fondi vincolati dello scorso anno (che arriveranno a 20.000 euro la cui differenza verrà presa dagli oneri di urbanizzazione) per mettere in sicurezza, mediante recinzione, l’Eco Centro. Il progetto sarà realizzato dall'ufficio tecnico del Comune.
2500 euro sempre derivanti dall'avanzo di bilancio del 2017 verranno destinati per comprare un ausilio per un bambino portatore di Handicap, da tenere a scuola.

9200 euro saranno utilizzati per bonificare la casa del custode della Gramsci (fondi regionali per interventi bonifica amianto).

Ci sono anche 10 mila euro di entrate dovuto alla riscossione delle multe.

La variazione al bilancio di previsione 2018/2020 è di 142.920,68.

Il nostro voto di astensione a questa variazione, è un voto dato in continuità al voto dato al documento completo del Bilancio di previsione 2018.

Un Bilancio di buone prospettive - Consiglio Comunale del 26 Marzo 2018

Il voto dei nostri consiglieri:

Di Maggio - Astenuto

Del Vecchio - Assente giustificato

5 - NOMINA DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI DEL COMUNE DI ALPIGNANO PER IL TRIENNIO 2018-2021

Ogni 3 anni viene nominato il collegio dei Revisori dei Conti per il Comune di Alpignano.
La prefettura sorteggia 9 nominativi tra i candidati; per il nostro Comune i primi 3 sorteggiati hanno accettato l'incarico.

Questi i nomi dei nuovi Revisori contabili:

- Fea Andrea
- Pozzo Elvira 
- De Amicis Franco (Presidente)

La nomina del Presidente va in funzione di chi ha svolto negli anni più incarichi.
Gli stipendi sono rimasti invariati, i compensi sono annui.
Il Presidente prenderà il 50% in più rispetto agli altri membri. 



Il voto dei nostri consiglieri:

Di Maggio - Favorevole

Del Vecchio - Assente giustificato

6 - APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO EDILIZIO AI SENSI DELL'ARTICOLO 3, COMMA 3, DELLA L.R. N. 19/1999. ADEGUAMENTO AL REGOLAMENTO EDILIZIO TIPO REGIONALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSIGLIO REGIONALE N. 274-45856/2017

Vista l’Intesa sancita il 20 ottobre 2016 in sede di Conferenza Unificata tra Governo, Regioni e Comuni con cui è stato adottato lo schema di regolamento edilizio tipo e i relativi allegati che costituiscono livelli essenziali delle prestazioni concernenti la tutela della concorrenza e dei diritti
civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale.

In particolare il comune approva:

Le definizioni uniformi dei parametri urbanistici ed edilizi, di cui al capo I della parte prima “Principi  generali e  disciplina  generale dell’attività edilizia”, senza  possibilità  di introdurre
ulteriori modificazioni rispetto a quanto riportato nelle “Indicazioni e specificazioni tecniche”.

Lo schema di regolamento edilizio tipo, di cui alla parte seconda, recependo i contenuti degli articoli vincolanti e completando le parti di propria competenza.

L’elenco degli eventuali allegati al regolamento edilizio, richiamati negli articoli  della parte seconda, che costituiscono parte integrante del regolamento stesso. 

I comuni dovevano, entro il 3 luglio 2018, adeguare i propri regolamenti edilizi al regolamento edilizio tipo regionale secondo le procedure di cui all’articolo 3 della L.R. 19/1999 e dotarsi di norma transitoria. Tale termine, con deliberazione  Consiglio Regionale  n. 289 – 25906 del 21/6/2018, è stato prorogato di ulteriori 150 giorni, a partire dal suddetto termine di scadenza fissato con la precedente  deliberazione Consiglio  Regionale n. 247-45856 del 28 novembre 2017.

L’adeguamento comunale al regolamento edilizio tipo regionale non comporta la modifica delle previsioni dimensionali degli strumenti urbanistici vigenti, che continuano ad essere regolate dal piano regolatore, vigente o adottato alla data del  20 ottobre 2016, fino all’approvazione dei nuovi piani regolatori generali, delle loro revisioni o delle varianti generali di cui all’articolo 12 della L.R. 19/1999.

Il  mancato adeguamento da parte dei comuni nei termini previsti comporta la diretta applicazione delle definizioni uniformi del regolamento edilizio tipo regionale vigente, prevalendo sulle disposizioni comunali, regolamenti  edilizi o piani regolatori, con esse incompatibili. 
Visto l’articolo 3 della legge regionale 8 luglio 1999, n. 19, che disciplina il regolamento edilizio tipo e i regolamenti edilizi comunali.

Il voto dei nostri consiglieri:

Di Maggio - Favorevole

Del Vecchio - Assente giustificato
Il Consigliere Di Maggio Cosimo (Capogruppo M5S Alpignano)

lunedì 16 luglio 2018

Interrogazioni per il Consiglio Comunale del 19 Luglio 2018

INTERROGAZIONE con risposta verbale.
Oggetto: Situazione strade Comune di Alpignano.


INTERROGAZIONE con risposta verbale.
Oggetto: Situazione degli scarichi delle acque pluviali.








lunedì 2 luglio 2018

Relazione finale chiusura PL - Consiglio Comunale del 26 Giugno 2018

Convocazione del Consiglio Comunale del 26/06/2018



2 - COMUNICAZIONI 
Durante il Consiglio Comunale, tenutosi martedì 26/06/2018, il nostro Consigliere Cosimo Di Maggio ha letto un comunicato, avente come oggetto "Special Olympics 2018 - Comunicazione in Consiglio Comunale ", in cui invitava tutto il Consiglio comunale a riconoscere un premio ai ragazzi Alpignanesi protagonisti dei giochi e al loro allenatore.
Come è stato più volte ribadito, potrebbe essere un'occasione per motivare altri ragazzi a partecipare all'evento e darebbe anche una piccola gratificazione ai loro genitori.

Sotto, il link con il comunicato letto durante il Consiglio:

http://www.alpignano5stelle.it/2018/06/special-olympics-2018-comunicazione-in.html

4 - SURRUGA DEL CONSIGLIERE COMUNALE DIMISSIONARIO SIGNOR MICHELE COPPOLA E CONVALIDA ALLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE AL SIGNOR GIUSEPPE DEL VECCHIO
5 - NOMINA VICE PRESIDENTE CONSIGLIO COMUNALE
Durante questo Consiglio, c'è stata anche la surroga del Consigliere uscente Michele Coppola e la convalida alla carica del Consigliere Comunale Giuseppe Del Vecchio.
Prima che avvenisse questo, Michele Coppola ha voluto leggere una lettere in cui motivava le ragioni delle sue dimissioni (legate essenzialmente a problemi lavorativi e logistici), e ringraziava tutti coloro che in lui hanno creduto e che con lui hanno collaborato.
Questo il link con la sua lettera:

http://www.alpignano5stelle.it/2018/06/le-dimissioni-di-michele-coppola-e-la.html

Dopo aver votato tutti favorevolmente alla convalida della carica del Consigliere Del Vecchio, si è passati alla nomina del Vice Presidente del Consiglio Comunale.
Il Movimento 5 stelle ha proposto il Consigliere Del Vecchio, perché prima di lui, il ruolo era stato ricoperto da Antonia Bagnato e successivamente da Michele Coppola.
Non avendo nessun altro presentato altri nomi, si è passato alle votazioni, nominando Del Vecchio Vice Presidente.
 


I Consiglieri Del Vecchio e Di Maggio

6 - REGOLAMENTO DI CONTABILITA' IN ATTUAZIONE DELL'ARMONIZZAZIONE DEGLI SCHEMI E DEI SISTEMI CONTABILI DI CUI AL D.LGC. N. 118/2011. MODIFICA
Successivamente si è passati alla votazione del "Regolamento di contabilità", entrambi i Consiglieri hanno votato favorevolmente.

7 - APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO EDILIZIO AI SENSI DELL'ARTICOLO 3, COMMA 3, DELLA L.R. N. 19/1999
Questo punto è stato stralciato per proroga della Regione di ulteriori 150 giorni.

8- COMMISSIONE SPECIALE DI INCHIESTA AI SENSI DELL'ARTICOLO 44 DEL TUEL 267/2000 E SMI E DELL'ARTICOLO 34 DELLO STATUTO COMUNALE, IN MERITO ALLA CONVENZIONE RFI SULLA CHIUSURA DEL PASSAGGIO A LIVELLO. RELAZIONE CONCLUSIVA.
Infine, dopo un piccola pausa per consentire a tutti, consiglieri e pubblico, di rifocillare, il Consigliere Cosimo Di Maggio e i due Consiglieri di maggioranza Cipriano e Dosio hanno letto la Relazione conclusiva in merito alla "Convenzione RFI chiusura passaggio a livello".

I tre Consiglieri si sono avvicendati nella lettura delle varie fasi che hanno caratterizzato tutta la vicenda della convenzione stipulata da RFI con il Comune di Alpignano.
La commissione ha lavorato su atti che partono dal 2000, bozza della prima convenzione che prevedeva un progetto dove RFI finanziava con 5,2 Milioni di euro e il comune di Alpignano si impegnava per 516.500 euro, con RFI stazione appaltante.
Fino ad arrivare alla seconda convenzione dove RFI finanziava con 2,8 Milioni di euro e il comune di Alpignano diventava stazione appaltante.

Dopo la lettura della Relazione finale, il Presidente del consiglio ha dato il via alla discussione. Diversi sono stati gli interventi dei Consiglieri di Maggioranza; il nostro Consigliere Cosimo Di Maggio, nel suo primo intervento ha sottolineato che "la relazione si basa esclusivamente su atti deliberati in fase di Giunta Comunale, Consiglio Comunale, Commissioni tecniche e comunicazioni postali o via e-mail tra il Comune di Alpignano e gli enti protagonisti nella stipula della Convenzione", ribadendo che "le scelte fatte sono politiche e basate sulla visione delle varie amministrazioni che hanno governato nel periodo di indagine". Nel suo secondo intervento il Consigliere Di Maggio ha voluto ricordare e dare merito all'amministrazione del Sindaco Gian Luca Pinzi che, nel periodo dal 2004 al 2006, nonostante dovette ripartire da zero con tutto l'iter di approvazione del nuovo progetto per la convenzione da stipulare con RFI, arrivò ad un passo dall'approvazione del progetto esecutivo e riuscì ad accantonare 251.052 euro dei 516.500 che erano a carico del Comune di Alpignano. Di Maggio in conclusione afferma che, se il Sindaco Pinzi non fosse scomparso prematuramente nel Maggio 2006, oggi i cittadini di Alpignano avrebbero la strada che sostituiva il passaggio a livello.
Entrambi i Consiglieri votano con parere Favorevole alla trasmissione degli atti alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica.

Appena sarà disponibile la "Relazione conclusiva" sull'Albo Pretorio del Comune di Alpignano, dedicheremo un post di approfondimento.

Concludiamo ringraziando tutti i Consiglieri e il Vice Sindaco per il benvenuto dato al Consigliere entrante Giuseppe Del Vecchio. Alla giunta e ai Consiglieri tutti per le parole di stima nei confronti di Michele Coppola e Francesco Di Girolamo.






mercoledì 27 giugno 2018

Le dimissioni di Michele Coppola e la rinuncia di Francesco Di Girolamo

Michele Coppola e Francesco Di Girolamo
Ieri sera durante il Consiglio Comunale, Michele Coppola con una lettera indirizzata a tutto il Consiglio Comunale, ha voluto motivare le ragioni delle sue dimissioni e salutare tutti coloro che in lui hanno creduto e che con lui hanno collaborato in questi mesi.




Francesco Di Girolamo avrebbe dovuto sostituire Michele.
Il 13 Giugno, ha rinunciato ufficialmente all'incarico da Consigliere Comunale. Le ragioni, come da lui comunicate, sono legate agli impegni che avrebbe dovuto sostenere in qualità di Consigliere Comunale.
Questo è stato un gesto di grande serietà e responsabilità.




Il Movimento 5 stelle di Alpignano ringrazia Michele e Francesco, per la serietà dimostrata in questo particolare frangente, sicuramente non facile da gestire per ovvie ragioni.
Grazie!!!

Special Olympics 2018 - Comunicazione in Consiglio Comunale



Dal 4 al 9 Giugno si sono tenuti i Giochi Nazionali estivi di Montecatini Terme “Special Olympics 2018”.
Tra i tantissimi atleti in gara c'erano tre giovani Alpignanesi, Mirko, Nicolò e Vittoria, che si sono distinti nella specialità nuoto.
Tre ragazzi "speciali", che grazie al supporto del loro allenatore Prof. Marco Fiori (anche lui Alpignanese), sono tornati a casa con le medaglie appese al collo.
Ieri sera durante il Consiglio Comunale tramite il nostro Consigliere Cosimo Di Maggio, è stato letto un comunicato per evidenziare l'impresa sportiva dei ragazzi e dare risalto alla manifestazione.


mercoledì 20 giugno 2018

ASL Alpignano - Sopralluogo del Consigliere Regionale Davide Bono

SANITA’, BONO (M5S): “ALPIGNANO, IL POLIAMBULATORIO VENGA TRASFERITO AL MOVICENTRO RECUPERANDO I SERVIZI PERSI. L’AMMINISTRAZIONE DIA UN SEGNALE”

Questa mattina, insieme al consigliere comunale Cosimo Di Maggio, abbiamo visitato il poliambulatorio ASL di Alpignano (TO). Abbiamo toccato con mano le criticità strutturali dell’immobile ex Philips, oggetto di un continuo disimpegno da parte dell’ASL. Abbiamo incontrato i rappresentanti del Comitato cittadino, condividendo le loro richieste, che in pochi giorni hanno raccolto oltre 1500 firme a difesa del Poliambulatorio. Non è accettabile infatti che, vista la precarietà dell’immobile, l’ASL colga la palla al balzo per svuotare lentamente il centro di servizi (già andati via radiografia, ortopedia e ORL) e avvii ad arte la chiusura dello stesso.
Ricordiamo come nel Piano per le Case della Salute non vi sia traccia di Alpignano. Nell’ASL TO3 5 strutture sono già in funzione: Avigliana, Giaveno, Pianezza, Borgaretto e Pomaretto. Nel 2018 verranno potenziate o riconvertite Torre Pellice, Cumiana, Vigone e attivate ex novo Rivoli, Venaria e Susa.
Difficile ipotizzare una ristrutturazione del nuovo poliambulatorio così come realizzare una nuova struttura. L’ASL starebbe cercando uno stabile comunale: riteniamo quindi che l’Amministrazione Comunale dovrebbe essere più presente sul tema. Alpignano rischia di trovarsi privata di qualunque servizio sanitario pubblico, lasciando lo spazio ad intraprendenti privati.
Insieme al consigliere comunale Di Maggio abbiamo visitato il movicentro di Alpignano, per anni abbandonato, frutto della megalomania di RFI di anni passati. La struttura è stata riempita forzatamente con servizi e strutture comunali ma presenta ancora diversi spazi liberi. Ad esempio il piano terra sarebbe perfettamente adattabile a poliambulatorio, con gli spazi biglietteria già pronti a diventare sportelli per il pubblico, recuperando i servizi persi. Una soluzione rapida e a costo praticamente zero che suggeriamo all’amministrazione comunale, invitandola ad essere più protagonista nel proprio territorio. Anche perché una volta persi i servizi, farli tornare diventa impresa molto ardua.
Davide Bono, Consigliere regionale M5S Piemonte
Vicepresidente Commissione regionale Sanità

lunedì 28 maggio 2018

Rendiconto 2017 - mancano le azioni politiche richieste dalle minoranze - Consiglio Comunale del 24 Maggio 2018




4 - RENDICONTO DELLA GESTIONE PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2017- APPROVAZIONE

Il Consigliere Cosimo Di Maggio interviene in merito al punto 4 dell'ordine del giorno del Consiglio, dando le motivazioni del voto:

Da una attenta analisi, notiamo che il Bilancio Consuntivo non ha evidenziato grandi criticità.
La Vostra è stata una gestione attenta.
C'è un avanzo di Amministrazione di circa 3 mln di euro, di cui circa 2 mln e 900 mila vincolati.
Purtroppo noi tutti sappiamo che gli enti locali, riguardo i bilanci, hanno vincoli molto rigidi da rispettare; inoltre vi è l'obbligo di accantonamento dell'avanzo di amministrazione nel fondo crediti di dubbia esigibilità, lasciando così pochi spazi di manovra alle amministrazioni per far fronte ad eventuali criticità. Dunque siamo consapevoli delle difficoltà; la nostra speranza è che il prossimo Governo capisca che è necessario convogliare maggiori risorse verso i Comuni.
Risorse da destinare alle Scuole, alla  Sanità, al rifacimento del manto stradale e non più verso le grandi ma inutili opere. Sono state fatte 5 variazioni al Bilancio e 2 prelievi dal Fondo di Riserva. Circa 450 mila euro sono di applicazione dell'avanzo di bilancio precedente, mentre è stato richiesto un anticipo di cassa di circa 1 mln 700 mila euro. Tornando al rendiconto, rimangono non vincolati circa 100 mila euro per investimenti e 16 mila euro da utilizzare liberamenteMa ora andiamo ad esaminare alcuni punti per noi importanti, riguardo il 2017.

Asilo nido Don Minzoni.
Non abbiamo visto ancora nessun bando per la gestione del nido, per il prossimo anno scolastico. In questo senso c'è preoccupazione e lo si percepisce anche dal numero dei bambini iscritti,che infatti sono passati da 38 nell'anno 2016/17 a 21 nel 2017/18.

Come più volte evidenziato, le tariffe riviste nell'anno 2017, hanno penalizzato, in particolar modo, le famiglie con fasce ISEE più basse.
Inoltre ci domandiamo che fine hanno fatto le alternative "Nido in Famiglia" e "Classi Primavera" di cui tanto si era parlato lo scorso anno.

TARI 2017
C'è stato un significativo aumento delle TARI, dovute al riequilibrio a norma di legge delle percentuali delle tariffe. Purtroppo a beneficiarne sono state solo le attività commerciali produttive. Occorre cominciare a programmare un piano che porti ad una migliore raccolta differenziata investendo sulla "Raccolta Puntuale", sia per una politica di sostenibilità ambientale, sia per la possibilità di ridurre le tariffe a tutti gli utenti.

MOZIONE GUARDIE ECOLOGICHE
Il 3 Aprile 2017 è stata approvata una nostra mozione per sottoscrivere una convenzione con le Guardie Ecologiche che svolgono un'importante funzione di controllo sui rifiuti e il decoro urbano. Nel 2017 nessun investimento, speriamo che nel 2018 ci sia un inversione di rotta.

PROTEZIONE CIVILE
E’ dal 2016 che chiediamo il ripristino di questo importante servizio, utile per la popolazione. Nel 2017 sono stati stanziati solo 6.700 euro, praticamente un nulla di fatto.

MIGRANTI (SPRAR)
Nel Settembre del 2017, con una nostra interrogazione, chiedevamo all'attuale Amministrazione di aderire alla Rete Servizio Centrale SPRAR; questo consentirebbe al Comune di prendersi carico al massimo di 60 migranti, permettendo di fatto una vera e propria integrazione e togliendo così il monopolio ai privati, come il CAS, presente sul territorio con la struttura dell'ex Parlapà.

DISOCCUPAZIONE
Tra i tanti dati del Rendiconto, spicca l'aumento della disoccupazione che passa da 199 (2016) a 541 (2017). Riteniamo che il Comune non possa fare molto di più per risolvere questo fenomeno, che colpisce moltissimi comuni italiani. Ci auguriamo che il futuro Governo dia più strumenti alle Amministrazioni per invertire questa triste tendenza.

BANDO FARMACIA
Rinunciando al Bando della Farmacia, assegnato direttamente agli attuali gestori ASM di Venaria, si è di fatto rinunciato alla clausola inserita dalla precedentemente Amministrazione, che vedeva il nuovo gestore versare nelle casse comunali un presunto onere di 200 mila euro. Questa cifra poteva essere utilizzata ad esempio per la sistemazione di una parte del manto stradale oppure per la segnaletica orizzontale.

SCUOLA GRAMSCI
Riguardo questo argomento, ci preme tornare sul Vostro Programma elettorale, forse il documento più importante per un Gruppo politico che si candida alla guida di una città.
Nonostante si parlasse di una sua presumibile riapertura immediata senza tra l'altro accensione di un mutuo, ad oggi non troviamo traccia di investimento nel Rendiconto del 2017.

Il voto dei nostri consiglieri:
Di Maggio - Astenuto
Coppola - Astenuto
__________________________________________________________________________

5 - PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI 2018/2020 ED ELENCO 
ANNUALE DEI LAVORI - 1° MODIFICA

Il Consigliere Cosimo Di Maggio interviene in merito al punto 5 dell'ordine del giorno del Consiglio, dando le motivazioni del voto:

STRADE
Il 31 Marzo 2017, ad una nostra interrogazione sullo stato attuale delle strade alpignanesi, ci veniva risposto che gli interventi più significativi sarebbero stati eseguiti nel 2019.
Nel programma abbiamo trovato i seguenti investimenti:
135.000 euro nel 2018
190.000 euro nel 2019
190.000 euro nel 2020
Cifre non molto importanti se si considera la situazione generale del manto stradale, in poche parole si rattopperà qua e la, sistemando qualche tratto di strada.

EX-BORELLO
Il 31 Marzo del 2017, ad una nostra interrogazione, dove domandavamo quali erano le vostre intenzioni in merito alla struttura, ci veniva risposto Stiamo seriamente lavorando per procedere al più presto allo smantellamento dell'edificio e riutilizzo dell'area”. Nel precedentemente Programma triennale dei lavori 2018, veniva inserito mediante una copertura da reperire mediante Fondi Ministeriali "Bando Periferie".
Nel nuovo programma però non c'è più traccia della struttura.

CAMPI SPORTIVI BORELLO E MONTANARO
Nel nuovo programma non troviamo più la voce inerente la ristrutturazione dei Campi Borello e Montanaro. Un vero peccato, perché tutti avrebbero potuto beneficiarne, nessuno escluso.

SCUOLE
Per il 2019 troviamo la manutenzione straordinaria per le scuole con i Finanziamenti Regionali Scuola TALLONE ==> 742.000 Euro
Scuola MATTEOTTI ==> 751.000 Euro con i CPI
Scuola GOBETTI ==> 484.000 Euro con i CPI
TOTALE 1.978.377 Euro

MOVICENTRO
Ci sono poi 510 mila euro per il completamento del 3° piano del Movicentro, con Fondi presunti per "Alienazione Immobili Comunali".

Il voto dei nostri consiglieri:
Di Maggio - Astenuto
Coppola - Astenuto
__________________________________________________________________________

6 - VARIAZIONE N°2 AL BILANCIO FINANZIARIO 2018/2020

Il Consigliere Cosimo Di Maggio interviene in merito al punto 6 dell'ordine del giorno del Consiglio, dando le motivazioni del voto:

Per quanto concerne questa Variazione, CPI e controsoffitti certificati "Anti-sfondamento opere di consolidamento sismico", con Finanziamento Ministeriale di circa 450 mila euro relativi a bandi già vinti, riteniamo sia stato fatto un ottimo lavoro. Vorrei aggiungere un ringraziamento particolare da padre, che porta le proprie figlie nelle scuole AlpignanesiNel 2018 vediamo finalmente un investimento per le scuola Gramsci, con un mutuo importante di 500 mila euro. Anche se durante la vostra campagna elettorale in merito alla scuola era stato detto altro (riapertura senza accensione di mutui), riteniamo che indebitare la città per le scuole siano comunque soldi ben spesi.
Vogliamo pero ricordarvi che la gestione di un Comune come il nostro, preveda anche altre priorità, come il rifacimento del manto stradale, il miglioramento della viabilità.
Quest'ultimo punto sarà argomento di confronto futuro per trovare soluzioni migliorative.

Per concludere, sono stati occupati spazi finanziari per un Totale di circa 2 mln e 500 mila euro di presunte entrate da finanziamenti Ministeriali e Alienazioni di Immobili Comunali.

Noi tutti ci auguriamo ancora una volta che almeno un progetto venga finanziato.

La nostra è una semplice analisi di quanto letto in questa variazione di Bilancio.
Dal nostro punto di vista il Bilancio di Previsione, votato con astensione dal Nostro Gruppo, è un Bilancio di buone prospettive, e sono agli atti le nostre positive considerazioni.

Il voto dei nostri consiglieri:
Di Maggio - Astenuto
Coppola - Astenuto