lunedì 4 dicembre 2017

Interrogazioni per il Consiglio Comunale del 28 Novembre 2017


INTERROGAZIONE con risposta verbale.
Oggetto: Istituzione Protezione Civile.








INTERROGAZIONE con risposta verbale.
Oggetto: Inserimento servizio ALERT SYSTEM.

























Trasparenza, comunicazione ed Etica. (Dott. Pirrazzo)


In data 2 Novembre, durante la seduta pubblica del consiglio comunale, il Dott. Massimiliano Pirrazzo annunciava le proprie dimissioni dalla carica di Assessore comunale con deleghe al commercio, agricoltura, attività produttive, polizia municipale e protezione civile. Alla base della decisione un atto ufficiale dell’Anac che poteva rendere incompatibile il suo ruolo di Comandante della polizia Municipale di Brandizzo con quello di assessore (ad oggi non è motivo di dimissioni, la sua è stata una scelta personale e di “Etica”) .
Al termine del suo accorato discorso molti sono stati i messaggi di stima nei suoi confronti, dalle opposizioni alla maggioranza; il nostro Capogruppo Cosimo Di Maggio, intervenendo nella discussione perché perplesso da queste inaspettate dimissioni, chiese all’allora Assessore Dott. Pirrazzo le motivazioni, dato che la delibera non chiariva se la posizione di funzionario con quella di Assessore ad Alpignano fosse motivo di incompatibilità.
Il Dott. Pirrazzo rispose che lasciava per ragioni di “etica” e per non creare eventuali problemi alla Giunta, ribadendo che non avrebbe abbandonato il ruolo di attivista del gruppo, costituito dalle liste civiche di “SiAmo Alpignano” e ”Alpignano Sicura”.
Purtroppo nel tardo pomeriggio del 28 Novembre, mentre era in corso il Consiglio comunale, con stupore e incredulità, si è appreso dai giornali della condanna in secondo grado dell’ex assessore Dott. Pirrazzo a due anni di reclusione con la condizionale per aver falsificato il cartellino degli orari e un ordine di servizio per coprire il suo vice Claudio Gaeta. Falsificazione servita come alibi a Gaeta, che nel 2007 era stato denunciato dall’ex fidanzata di aggressione e minacce.
Una triste storia che vede come vittima ancora una volta una donna.
E pensare che solamente sabato 25 Novembre l’amministrazione comunale di Alpignano aveva detto “NO” alla violenza sulle donne, grazie a un progetto condotto da Maria Luigia d’Abbene, Assessora alle pari opportunità. Per l’ennesima volta la futile retorica su questa piaga sociale stride di fronte ai fatti che ci troviamo ad apprendere.
Prontamente sono arrivate le dichiarazioni della maggioranza, sorpresi e dispiaciuti dei fatti appresi.
Non sarebbe stata meglio una presa di posizione differente? Una condanna “senza se e senza ma” e non semplicemente <<Non spetta a noi esprimere giudizi in merito e lasciamo il compito alle autorità preposte al completo corso della giustizia>>, poiché questa è una vicenda che parte da lontano e vede la conferma alla condanna di primo grado da parte del giudice.
Sorprende ancora di più leggere che il Sindaco sapeva <<...perché nel momento in cui una persona si candida deve produrre della documentazione relativamente ai propri carichi pendenti...per cui IO ERO A CONOSCENZA di questo iter processuale.>>
Queste parole a nostro avviso sono gravissime, perché se la vicenda fosse accaduta durante il mandato da Assessore, avremmo aspettato ad esaminare le carte e solo allora, fatto le nostre rimostranze.Invece il Sindaco Andrea Oliva ha preferito non comunicare con i cittadini e soprattutto con i suoi elettori, perché <<la professionalità del Dott. Pirrazzo e l’esperienza acquisita nel corso degli anni erano sicuramente di grande vantaggio al nostro programma e al nostro progetto>>.
Un Comandante della polizia Municipale accusato di aver falsificato documenti per aiutare un collega denunciato di “violenza” ai danni dell’ex fidanzata, quale ruolo di responsabilità può ricoprire?


Sappiamo di pensarla diversamente su alcune scelte politiche, ma sulla violenza contro le donne pensavamo di essere sulla stessa linea. E invece no. Abbiamo accolto con soddisfazione l’apertura dello “Sportello di ascolto del Centro Donna”, abbiamo partecipato sabato scorso alla marcia contro la violenza sulle donne; poi martedì scopriamo che avete accettato con disinvoltura un assessore che copre un collega accusato di violenza su una donna e questo perché, citando le parole del sindaco “Aveva una buona esperienza professionale”.

Purtroppo la retorica sulla violenza contro il genere femminile e le solite passerelle istituzionali cominciano a perdere la loro credibilità, tanto è vero che i femminicidi e le aggressioni non sono assolutamente in diminuzione e questi sconcertanti eventi non fanno altro che ricordarcelo.
Le parole “trasparenza” e “comunicazione” gridate in campagna elettorale dall’attuale maggioranza stridono un po’ alla luce di quanto accaduto; cominciano ad essere troppe le cose taciute e nascoste da questa amministrazione, c'è bisogno in primis di esempi di sincerità, onestà, dove prima delle qualità professionali vi siano grandi valori umani.

E’ di questi giorni infatti la conferma del ricorso al TAR Piemonte presentato da Farmacie Comunali Torino spa contro il comune di Alpignano, un’altra questione omessa dal Sindaco senza ancora capire perchè!


Quanto accaduto obbliga noi tutti ad una attenta riflessione.
Attendiamo l’esito del ricorso in Cassazione così come annunciato sui giornali dall’avvocato del Dott. Pirrazzo, ma intanto la fiducia nel Sindaco e nella sua Giunta da parte di tutti i gruppi politici di minoranza comincia a vacillare, mettendo seriamente a rischio il programma della maggioranza e danneggiando gravemente tutta la cittadinanza.

“Basta una sola menzogna perché il dubbio travolga tutta una vita.” (Cit. Pier Vittorio Tondelli)

venerdì 1 dicembre 2017

Consiglio Comunale del 28 Novembre 2017 - Risposte alle nostre Interrogazioni e votazioni







Interrogazioni Movimento 5 stelle:
    Il Consigliere Cosimo Di Maggio espone l'interrogazione:
    Se durante questo anno ci sono stati degli sviluppi in merito a questa tematica.

    Risponde all'interrogazione il Sindaco Andrea Oliva:
    L'ex Assessore Pirrazzo ha seguito la pratica. Sono stati fatti diversi passaggi. Innanzitutto è necessario una rivisitazione della protezione civile che comporterà anche una piccola somma in denaro da mettere a bilancio per il 2018, ma si chiederà supporto ad un consulente. L'altro passaggio è stato quello di sentire i vigili del fuoco volontari, delle associazioni, della croce verde e di altri soggetti esperti in ambito civile, per mettere in campo la loro professionalità. Ora è arrivato il momento di attivarlo.

    Riprende la parola il consigliere Cosimo Di Maggio:
    Riteniamo che il Progetto dell'ex Assessore è molto ambizioso, vista la disponibilità dell'amministrazione di mettere a bilancio qualcosa per questo progetto, auspichiamo di vedere un inizio il prima possibile.

    Il consigliere Cosimo Di Maggio si dichiara soddisfatto della risposta.
    _________________________________________________________________________________
    •        Seconda Interrogazione del Movimento 5 Stelle:
    Il Consigliere Cosimo Di Maggio espone l'interrogazione:
    Se ci sia l'intenzione di attivare questo tipo di servizio, come da anni molti comuni anche limitrofi hanno già fatto, con ottimi riscontri da parte della cittadinanza.

    Risponde all'interrogazione il Sindaco Andrea Oliva:
    Come Sindaco ho la possibilità di confrontarmi con colleghi di comuni limitrofi, come Pianezza e area CISSA. Ho avuto modo di sperimentare l'utilizzo di questo sistema a Pianezza durante un incendio. Ci sono anche tecnologie più avanzate, tipo applicazioni del telefono ma che potrebbero avere costi più elevati. Siamo assolutamente favorevoli alla sua attivazione e che potrebbe trovare una sua collocazione anche in ambito protezione civile.

    Riprende la parola il consigliere Cosimo Di Maggio:
    Consiglierei di cominciare dagli sms, per poi implementare il servizio in considerazione dei costi.

    Il consigliere Cosimo Di Maggio si dichiara soddisfatto della risposta.


    Votazioni all'O.d.G del Consiglio Comunale
    _________________________________________________________________________________
    Dimissione del Consigliere Comunale Signora Bagnato Antonia. Convalida del consigliere subentrante.
    Sono state ufficializzate le dimissione della Consigliera Antonia Bagnato e l'ingresso in consiglio comunale di Coppola Michele che prenderà il suo posto, perché primo tra i non eletti.
    Maggioranza e opposizione ringraziano Antonia Bagnato per il lavoro svolto durante questo periodo e augurano a Coppola Michele imbocca al lupo per la sua nuova avventura.
    _________________________________________________________________________________
    Nomina Vice Presidente del Consiglio Comunale.
    Il Presidente del Consiglio Talarico lascia alle opposizioni la facoltà di scegliere il Vice Presidente. 
    Articolo 1 e Alpignano Democratica propongono il Consigliere Da Ronco, il Movimento 5 Stelle, Michele Coppola. Con 11 favorevoli, viene nominato Vice Presidente del Consiglio Michele Coppola.
    _________________________________________________________________________________
    Approvazione processi verbali seduta consiliare 2/11/2017
    Di Maggio - Favorevole
    Coppola - Astenuto (alla prima votazione non poteva ancora partecipare)
    _________________________________________________________________________________
    Regolamento per il conferimento degli incarichi di Patrocinio Legale. Approvazione
    Di Maggio - Favorevole
    Coppola - Favorevole
    _________________________________________________________________________________
    Nuovo regolamento contabilità in attuazione dell'armonizzazione degli schemi e dei sistemi contabili di cui al D.L.GS N.118/2011.
    Di Maggio - Favorevole
    Coppola - Favorevole
    _________________________________________________________________________________
    Regolamento per l'organizzazione ed il funzionamento dell'ufficio relazioni con il pubblico.
    Attendiamo di vedere il funzionamento del'Urp.
    Di Maggio - Astenuto
    Coppola - Astenuto
    _________________________________________________________________________________
    Programma triennale dei lavori pubblici 2017-2019 ed elenco annuale 2017- 2° modifica.
    Favorevoli alla rotatoria così come già indicato durante la nostra campagna elettorale.
    Di Maggio - Favorevole
    Coppola - Favorevole

    _________________________________________________________________________________
    Variazione al Bilancio n°6 di previsione 2017-2019
    Di Maggio -Astenuto
    Coppola - Astenuto
    _________________________________________________________________________________
    Commissione speciale di inchiesta in merito alla convenzione RFI.
    Il Capogruppo Cosimo Di Maggio è stato nominato Presidente della Commissione di Inchiesta in merito alla convenzione RFI con 12 voti a favore.
    _________________________________________________________________________________
    Zona ovest di Torino srl. Presa d'atto e approvazione delle modifiche alla approvazione tra i comuni soci ed allo statuto societario.
    Di Maggio - Favorevole
    Coppola - Favorevole
    _________________________________________________________________________________
    Proposte di nuove modalità di erogazione di assistenza domiciliare da sottoporre all'attenzione dell'Asl. Approvazione mozione.
    Di Maggio - Favorevole
    Coppola - Favorevole


    martedì 28 novembre 2017

    Lettera di Dimissioni di Antonia Bagnato


    Prima di tutto voglio ringraziare il gruppo del Movimento 5 Stelle di Alpignano che fin da subito ha dimostrato fiducia nei miei confronti, sostenendomi ed aiutandomi nel lavoro svolto.
    In secondo luogo ringrazio i cittadini per l’importante opportunità che mi hanno dato, permettendomi di mettermi in gioco per il bene comune.
    Oggi devo abbandonare troppo presto quest’avventura per problemi lavorativi. Purtroppo l’impossibilità di partecipare a commissioni e consigli comunali non mi permette di svolgere il mio incarico nella maniera migliore, rischiando di trascurare questo ruolo. Dunque preferisco passare il testimone a chi prenderà il mio posto, restando comunque sempre partecipe e disponibile per il gruppo e la cittadinanza tutta.
    Da questa esperienza ho imparato che non serve sedersi fra quei banchi per essere utili al Paese. La politica la fa ognuno di noi tutti i giorni, aprendosi ad una cultura diversa, accettando il confronto, scegliendo dove conferire un rifiuto, insegnando ai propri figli principi di uguaglianza e giustizia.
    Non è un partito che decide chi siamo, non sono i “Ministri” che decidono come rendere difficile la nostra quotidianità. Siamo solo Noi a scegliere se continuare a lamentarci, aspettando sulla sponda del fiume, oppure aprire gli occhi e compiere scelte consapevoli, mirate al miglioramento della nostra singola vita, che si ripercuoteranno poi su quella comunitaria.
    Noi siamo lo Stato, Noi siamo l’Italia e se veramente siamo convinti sia così bella non deturpiamola, non maltrattiamola, amiamola come se fosse nostra. Io la amo molto e sono fiera di Essa. Da oggi non sono più consigliera, ma continuo ad essere italiana.

    Antonia Bagnato

    venerdì 24 novembre 2017

    Risposta - Bando Farmacia comunale N3 - Ricorso al TAR contro il Comune di Alpignano



    In data 25 Ottobre 2017, abbiamo inviato una lettera al Segretario Generale del Comune di Alpignano, Dott.ssa. Gavaini Ilaria, nella quale chiedevamo delucidazione in merito al Bando Farmacia comunale N3.

    http://www.alpignano5stelle.it/2017/10/bando-farmacia-comunale-n3-ricorso-al.html

    Ricordiamo che durante il consiglio comunale del 29/09/2017 veniva domandato al Sindaco se il Comune di Alpignano avesse subito impugnazioni davanti al TAR. In quella occasione il Sindaco non evidenzia pendenze.

    Ora apprendiamo che il Comune era al corrente del ricorso al TAR già da Febbraio 2017.

    Possibile che il Sindaco e la sua Giunta non ne sapessero nulla?

    Restiamo in attesa di chiarimenti in merito.












    venerdì 10 novembre 2017

    Consiglio Comunale del 2 Novembre 2017 - Resoconto




    Convocazione consiglio comunale O.d.G

    Nell’ultimo consiglio comunale del 2 Novembre in O.d.G. c’erano due argomenti di rilievo da votare:

    il punto 4 - Programma triennale dei lavori pubblici 2017-2019 ed elenco annuale dei lavori 2017 - 1^ modifica

    il punto 5 - Variazione N.5 al bilancio di previsione 2017-2019


    Punto 4 - Programma triennale dei lavori pubblici 2017-2019 ed elenco annuale dei lavori 2017 - 1^ modifica
    estratto dal programma triennale dei lavori pubblici 2017-2019


    Da dove scaturisce la decisione della Giunta Oliva di modificare il programma triennale e di conseguenza, la variazione N.5 al bilancio?

    Dal fatto che non sono riusciti a presentare i progetti necessari per la bonifica della scuola “Gramsci”; senza non è possibile richiedere ufficialmente il mutuo di 500 mila euro in programma per l’anno 2017.


    Perché la Giunta non ha rispettato il piano triennale?
    Perchè non è riuscita a presentare i progetti?


    Perché ahimè, gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo!

    (Vedi scuola materna “Rodari” ad oggi ancora chiusa, dopo i lavori di bonifica interna delle pareti in cemento-amianto, causa verifiche strutturali e di sicurezza fatte eseguire in un secondo momento dal Comune. Ora si attende il via libera della Regione, che ha preso visione della documentazione, per la restituzione del cantiere e la fine dei lavori).


    Siamo certi della volontà della Giunta di voler rispettare il programma elettorale e siamo altrettanto sicuri della loro indiscussa competenza, ma alle volte tutto questo non basta.


    La mancanza di personale nell’ufficio tecnico comunale (problema già noto a Luglio 2016) è stata la causa del ritardo dei termini previsti per la presentazione dei progetti, senza i quali non è possibile richiedere mutui e ad oggi, la nuova scadenza è ancora incerta.

    Inoltre “la modifica al programma triennale dei lavori pubblici” prevede lo slittamento della somma di 500 mila euro dal 2017 al 2018 e un'ulteriore richiesta di mutuo, del valore di 500 mila euro, già in programma per il 2018, per un totale di 1 milione di euro da richiedere solo alla presentazione dei progetti.


    Governare è dura e non tutti i componenti della Giunta vantano esperienze amministrative, tranne Morra Di Cella, già assessore nella Giunta Pinzi 2004-2007 e nella Giunta Andreotti dal 2007-2011, con delega ai Lavori Pubblici. Forse proprio la mancanza di esperienza ha convinto "Alpignano Sicura" e “SiAMO Alpignano”, durante la propria campagna elettorale, a sostenere che <<La scuola Gramsci va riaperta subito, procedendo con un piano di interventi manutentivi>> e soprattutto <<senza dover ricorrere all’accensione di mutui>>.


    Programma elettorale AS e SA





    E ancora dal blog di Alpignano Sicura (gruppo di maggioranza in comune), in un post del novembre 2015.


    dal blog di Alpignano Sicura

    Purtroppo, solo dopo un’analisi più attenta, ci si accorge che non è così: la scuola è completamente da ristrutturare, i pannelli in cemento-amianto da bonificare, con l’aggravante della richiesta di un mutuo da 1 milione di euro, sperando sia sufficiente.

    IL NOSTRO VOTO E’ STATO CONTRARIO
    Pur consci del fatto che l’Amministrazione farà di tutto per riaprire la scuola rispettando uno dei punti cardine del loro programma elettorale, siamo altrettanto consapevoli che l’iter per la sua riapertura non sarà facile e le tempistiche da rispettare ad oggi ancora incerte. A questo si aggiunge il timore che la cifra prevista non sia sufficiente per consentire la realizzazione dei lavori.
    Queste le perplessità che hanno portato il nostro Consigliere Cosimo Di Maggio (forte del supporto di tutto il gruppo) a votare contro la modifica al piano triennale dei lavori pubblici. Un voto contrario che speriamo possa spronare la maggioranza a portare avanti la decisione di ristrutturazione della Scuola e la sua riapertura il prima possibile.    

    Punto 5 - Variazione N.5 al bilancio di previsione 2017-2019

    Premessa.
    Questa importante variazione al bilancio nasce dalla necessità di spostare la richiesta di attivazione mutuo, del valore di 500 mila euro, dal 2017 al 2018; richiesta resasi necessaria dalla mancata presentazione dei progetti utili alla bonifica della scuola Gramsci (obiettivo mancato). Diversamente non ci sarebbe stata nessuna variazione!
    Tale esigenza ha però permesso alla Giunta Oliva, di attingere all'avanzo di amministrazione.

    E' inoltre doveroso ricordare che, come gruppo consiliare M5S, durante il consiglio del 31 Marzo, abbiamo votato negativamente all’approvazione del bilancio. Queste le nostre motivazioni:

    • Bonifica parziale dei pannelli cemento-amianto come primo step della ristrutturazione della scuola Gramsci. Noi al contrario avremmo preferito una totale rimozione dei pannelli cemento-amianto sin dalle prime fasi della ristrutturazione.
    • Taglio del contributo comunale alle tariffe dell’asilo nido “Don Minzoni” con la conseguente penalizzazione delle fasce ISEE più deboli.
    • Nessun investimento (ZERO euro) sulle politiche per il lavoro
    • Nessun investimento (ZERO euro) sulla salute
    • Nessun investimento (ZERO euro) sull'agricoltura
    • Nessun investimento (ZERO euro) sull'energia

    estratto dal DUP 2017-2019

    Anche se l’assessora D’Abbene tende a far passare ogni variazione di bilancio come qualcosa di miracoloso, occorre riconoscere che ci sono 272.700 euro di “avanzo non vincolato” e 317.600 euro di “avanzo vincolato”; tutte le voci sull’edilizia scolastica sono da noi condivise.

    numeri_variazione4.JPG
    dal blog di Alpignano Sicura

    IL NOSTRO VOTO E’ STATO  DI ASTENSIONE
    Se da un lato condividiamo le scelte sull’edilizia scolastica, dall’altro non potevamo votare favorevolmente ad una variazione di un bilancio che in precedenza avevamo votato negativamente; non sarebbe stato coerente da parte nostra, perché il bilancio va approvato o bocciato nella sua totalità e non tenendo conto delle singole voci che strada facendo possono essere oggetto di variazione.
    Ribadiamo, l’amministrazione non deve cercare a tutti i costi il consenso delle opposizioni, deve andare avanti convinta delle proprie scelte.
    Saranno poi i cittadini a giudicare.
    La nostra astensione è un assenso alla variazione e nello stesso tempo un invito a fare di più.
    Questo è il ruolo delle opposizioni!
    Ricordiamo poi l’importanza dei CPI (Certificato Prevenzione Incendi) per le scuole; da questi ci aspettiamo maggiori investimenti, che purtroppo, sono vincolati dalla riapertura della scuola Gramsci.
    Solo con la riapertura della stessa si potranno terminare i CPI in tutte le scuole, perché queste certificazioni sono vincolate dall’uso degli ambienti/locali e dal numero delle persone.
    Nella discussione sulla variazione al bilancio, il Consigliere Cosimo Di Maggio si è reso disponibile nella ricerca di eventuali bandi per l'edilizia scolastica, da indicare agli uffici del Comune.

    Punto 6 - Convenzione per l’affidamento del servizio di Tesoreria per il periodo 01.01.2018/31.12.2022

    Nel 2012, l’allora Premier e Ministro dell’Economia e delle Finanze Mario Monti ripristinò la “Tesoreria unica”, imponendo agli enti locali e alle strutture pubbliche di trasferire alla tesoreria centralizzata presso la Banca d’Italia le proprie giacenze, togliendo così ai Comuni la disponibilità delle proprie entrate.
    Questo ha fatto sì che le tesorerie comunali perdessero attrattiva verso gli istituti di credito, non potendo più gestire volumi di denaro di diversi milioni di euro e diventando nella realtà il “tramite” tra il Comune e la Banca d’Italia.
    Nel mese di Giugno il Comune ha pubblicato sul sito Comunale, una manifestazione di interesse verso gli istituti di credito del nostro territorio, non ricevendo però nessuna risposta.

    delibera di consiglio comunale N.54/2017
    In seguito a questo, l’Amministrazione ha deciso di rivedere la convenzione per l’affidamento del servizio di Tesoreria; il servizio di tesoreria comunale, diventerà inevitabilmente un costo aggiuntivo.

    Il nuovo schema di convenzione, reso più vantaggioso per gli istituti di credito, porterà ad una nuova manifestazione di interesse da parte del Comune, scegliendo il soggetto meno costoso (si presume che il costo per il servizio di tesoreria, si aggiri intorno ai 10mila euro l’anno).

    IL NOSTRO VOTO E’ STATO DI ASTENSIONE
    Il costo per il servizio di tesoreria sembra ormai inevitabile, tuttavia restiamo in attesa di vedere come andrà la manifestazione di interesse con il nuovo schema di convenzione.

    giovedì 2 novembre 2017

    Chi si loda si imbroda


    In questi giorni i social Alpignanesi e in particolare il gruppo Facebook "Alpignanesi Attivi" sono prosperi di post dedicati all'amministrazione attuale, con l’obbiettivo unico di screditare il lavoro che Sindaco e Giunta stanno portando avanti da circa un anno e mezzo.

    Non vogliamo entrare nel merito delle polemiche, ma in uno di questi post siamo stati chiamati in causa proprio dal Sindaco Andrea Oliva. 
    Ecco il link del post:
    Chi ha colpa del suo male pianga se stesso


    Premesso che come attivisti del M5S Alpignano non partecipiamo alle discussioni dei post che hanno come oggetto la vita politica di questo Comune, in quanto le nostre “battaglie” preferiamo svolgerle in consiglio comunale con i nostri consiglieri che rappresentano il Movimento a livello istituzionale; tutti i “simpatizzanti”, che al contrario intervengono nelle discussioni, lo fanno a titolo personale.

    Detto questo, quello che più ci ha colpito sono i toni che certune discussioni assumono strada facendo.


    Al di là del linguaggio “colorito” utilizzato nei vari post, in particolare quelli che riguardano la gestione comunale, pur da noi non condiviso, capiamo che la “delusione” di alcune scelte oggettive che questa amministrazione ha portato avanti in questi mesi, come l’aumento della Tari, la riduzione del contributo comunale alle famiglie dell’asilo nido "Don Minzoni" e la mancata riapertura della scuola "Gramsci", possono diventare il fattore scatenante che porta ad alzare i toni delle conversazioni da parte di alcuni cittadini.

    Quello che non condividiamo e assolutamente non possiamo giustificare è quando una figura istituzionale come quella del Sindaco, che dovrebbe mantenere un comportamento sempre consono al ruolo che ricopre, si permette di sbeffeggiare cittadini la cui “colpa” è quella di non condividere la linea politica assunta dalla sua Giunta e che, anzi, persevera nella convinzione che sia cosa buona e giusta “abbassarsi” allo stesso livello di chi lo attacca.

    Questa convinzione non aiuta a migliorare il già difficile rapporto che i cittadini hanno nei confronti delle istituzioni.

    In realtà pensiamo che la sua sia più una debolezza, una difficoltà ad accettare le critiche e a confrontarsi con la "gente comune".

    Comprendiamo non sia facile leggere commenti anche “pesanti” che mettono in dubbio le reali capacità amministrative, ma reagire mettendosi sullo stesso piano di chi pensa che il Sindaco abbia sempre una soluzione ad ogni problema, non è certo sinonimo di serietà.

    Amministrare è dura, lo sappiamo bene noi del Movimento che subiamo ogni giorno attacchi ignobili da destra e sinistra, ossia dagli stessi che hanno lasciato città come Roma e Torino con buchi di bilancio gravissimi e che ora pretendono la risoluzione dei problemi da loro generati.

    Noi non arriviamo da Marte e nemmeno pretendiamo di andarci, però consigliamo al Sindaco e alla sua Giunta di amministrare serenamente Alpignano. Dimostrate con i fatti il valore delle vostre scelte e se proprio volete utilizzare i “social” (magari con una pagina dedicata al confronto con i cittadini), fatelo cercando d'essere meno presuntuosi! 
    Accettate le critiche e andate avanti per la vostra strada.



    “Più piccola è la mente più grande è la presunzione. 
    (Cit. Esopo)