mercoledì 6 febbraio 2019

CONSIGLIO COMUNALE DEL 05 FEBBRAIO '19 - VOTAZIONI E CONSIDERAZIONI.

I NOSTRI CONSIGLIERI 5 STELLE - GIUSEPPE DEL VECCHIO E COSIMO DI MAGGIO

Martedì 05 Febbraio alle ore 18.00 presso il Movicentro si è tenuto il primo Consiglio Comunale del 2019.

INTERROGAZIONI
Le forze di opposizione hanno presentato in tutto 8 interrogazioni con risposta verbale, DI CUI TRE DIRETTAMENTE DAL NOSTRO GRUPPO CONSILIARE. 
Il Presidente del Consiglio Comunale Toni Pennisi valutando che alcune interrogazioni sono di oggetto comune propone ai Consiglieri di minoranza di far esporre le opportune risposte in unico contesto dagli Assessori preposti o dal Sindaco. Il Consigliere di Articolo 1, Renato Mazza, muove obiezione per cui i quesiti verranno analizzati singolarmente per ogni gruppo consigliare.

INTERROGAZIONI DEL MOVIMENTO 5 STELLE:
SISTEMAZIONE E MESSA IN SICUREZZA AREA GIOCHI DI PIAZZA DEI CADUTI: relaziona l’Assessore Maurizio Morra di Cella. Come da comunicato “work in progress” pubblicato sul sito istituzionale, i lavori di messa in sicurezza sono iniziati il 10 c.m. ed i giochi sono fruibili dalla data odierna. Sono state eliminate le scritte vandaliche, le parti in legno sono state trattate con impregnante e rifatte le sponde dello scivolo; tempo un mese verrà posizionata la pavimentazione anti trauma. L’Assessore coglie l’occasione per comunicare che verranno implementati i giochi presenti nelle scuole Rodari, Gobetti e Borello con degli ulteriori, già forniti in attesa di installazione, per una spesa complessiva di € 19.000,00. Si prenderà in considerazione la proposta promossa dal MoVimento 5 Stelle per l’inserimento di intrattenimenti adatti anche ai portatori di disabilità e, considerati il crescente livello di inciviltà ed atti di vandalismo, è in fase di valutazione la fattibilità di videosorvegliare le aree giochi. Il Consigliere del MoVimento 5 Stelle si augura che quanto prima vengano conclusi i lavori dell’area giochi di Piazza Caduti e prese in considerazione le proposte pentastellate. SI DICHIARA SODDISFATTO DELLA RISPOSTA. 

CHIUSURA TEMPORANEA “BOCCIODROMO COMUNALE”: risponde il Vice Sindaco Giovanni Brignolo. Si tratta di un’interrogazione complessa: dal 2013 ad oggi tra gestore del bocciodromo ed Amministrazione Comunale non è stata sottoscritta alcuna convenzione, sussiste della corrispondenza ma non inerente ad alcun tipo di intesa; gli atti sullo stato di conservazione della copertura in cemento amianto sono pervenuti solo a dicembre 2018; non sussistendo alcun tipo di accordo scritto tra le parti non sono mai stati inoltrati richiami formali nei confronti dell’associazione e comminate sanzioni; la caldaia è stata sostituita con molto anticipo rispetto la presa di conoscenza dello stato di conservazione del manufatto in amianto. Era compito del Presidente avvisare gli associati sulla imminente chiusura della bocciofila considerati i soli rapporti tra egli e l’Amministrazione Comunale. La copertura di cemento amianto verrà sostituita con altra idonea nel periodo estivo per una spesa di € 30.000,00 mentre quanto prima si definiranno i criteri di bando per l’affidamento della gestione della bocciofila. Il Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Giuseppe Del Vecchio, si dichiara sorpreso per la non esistenza di una chiara convenzione tra gestore del bocciodromo ed Amministrazione Comunale che regolamentasse l’attività e come questa anomalia avrebbe potuto compromettere le responsabilità di ognuno in caso, ad esempio, di “infortunio”. SI DICHIARA SODDISFATTO DELLA RISPOSTA.

BONIFICA FEDERAL MOGUL: relaziona l’Assessore Maurizio Morra. La Città Metropolitana sta monitorando le attività di bonifica che al momento non sono ancora concluse. Nella Conferenza dei Servizi del 28 u.s., la Federal Mogul è stata invitata ad una nuova analisi dei terreni ed è stato approvato un nuovo progetto per cui presso l’Ufficio Ambiente del Comune è accessibile una relazione di 150 pagine che prevede l’integrazione dei piezometri ed iniezioni nel terreno di sostanze a contrasto di quelle potenzialmente cancerogene presenti nel terreno. Gli aggiornamenti verranno puntualmente segnalati sul sito istituzionale per darne a tutti opportuna visibilità. Il Consigliere MoVimento 5 Stelle Cosimo Di Maggio, chiede all’attuale Amministrazione, considerate le incertezze, di fare maggiori pressioni presso gli organi competenti affinché venga conclusa la bonifica dell'intera area. SI DICHIARA SODDISFATTO DELLA RISPOSTA.


COMUNICAZIONI
Non è stata annunciata alcuna comunicazione.

APPROVAZIONE MODIFICA ARTICOLO 2 DEL REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE.
Interviene il Presidente della Consulta giovanile di Alpignano, Giovanni Giacomino, che comunica, per chi non fosse a conoscenza, che la Consulta è un organo propositivo e consultivo del Consiglio Comunale al quale sottopone proposte di deliberazione inerenti le tematiche giovanili e formula un parere non vincolante sugli argomenti affrontati dal Consiglio Comunale che riguardano i giovani. Vengono relazionati i progetti che sono stati affrontati nel corso dello scorso 2018 che per la Consulta risulta essere stato un anno di orientamento, nonché esposti i probabili progetti per il 2019. Al fine di coinvolgere quanti più giovani si è richiesto al Consiglio Comunale la modifica all’articolo 2 del regolamento della Consulta, estendendo la partecipazione al gruppo a tutti i giovani con un’età compresa tra i 13 ed i 30 anni, residenti nel territorio di Alpignano.
IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA LA RICHIESTA all’unanimità con i migliori auguri ad incoraggiamento che sempre più ragazzi mantengano l’entusiasmo per poter ampliare partecipazione e creare maggiore aggregazione costruttiva. 

ISTITUZIONE DELLA CONSULTA SULLA DISABILITÀ. APPROVAZIONE E REGOLAMENTO.
Relaziona il Vice Sindaco Giovanni Brignolo, promotore della Consulta sulla disabilità. Il progetto è figlio di un’idea spontanea di tutti coloro che, quotidianamente e non, si trovano ad affrontare situazioni delicate come la disabilità. Il gruppo ha scelto di assumere un ruolo istituzionale e proporsi su tematiche locali come ad esempio il rapporto centri estivi e disabilità. Approvare l’istituzione della Consulta sulla disabilità è un atto di coraggio per farsi carico della problematica, un dovere istituzionale ed un lascito per chi in futuro amministrerà la città. Interviene il Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Giuseppe Del Vecchio, che esprime parere più che favorevole a questa lodevole iniziativa e come possa essere utile l’istituzione di una Consulta in tal merito e propone tramite la medesima, di poter esporre, con il supporto dell’Amministrazione Comunale, la tematica della disabilità, anche all’interno delle scuole al fine di sensibilizzare maggiormente i ragazzi. Il Consigliere Giuseppe Del Vecchio ricorda alla Giunta che a giugno 2018 in occasione dei Special Olympics 2018, il MoVimento 5 Stelle Alpignano aveva proposto un riconoscimento, da parte di tutto il Consiglio Comunale, ai tre giovani atleti alpignanesi, Mirko, Nicolò e Vittoria, che si erano distinti durante la partecipazione ai giochi. Il Consigliere di Siamo Alpignano, Francesco Talarico, comunica che il mancato riconoscimento non è certamente una mancanza voluta e quanto prima si riprenderà l’argomento per arrivare alla conclusione proposta a giugno scorso.
IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA L’ISTITUZIONE DELLA CONSULTA sulla disabilità proposta dal Vice Sindaco Giovanni Brignolo.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L’APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 25 DEL 04/07/2013. ANNULLAMENTO
Relaziona il Sindaco, Andrea Oliva, che comunica che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 del 04 luglio 2013 era stato approvato un regolamento con cui il Comune aveva la facoltà di applicare un canone per le occupazioni relative ad erogazioni di servizi pubblici come ad esempio condutture sotterranee ed impianti per la distribuzione di gas, di energia elettrica, pozzetti, cabine telefoniche ed elettriche, camerette di ispezione, botole, tombini, griglie e qualsiasi altro manufatto posto sul suolo pubblico con riferimento alle condutture di cui sopra. Successivamente all’approvazione del regolamento tre società di servizi hanno presentato ricorso avanti al TAR chiedendone l’annullamento. Nel contempo dal 2013 ad oggi è stata sospesa, da parte del Comune, ogni richiesta economica del canone ricognitorio. Non sussistendo al momento sentenze che possano fare giurisprudenza ed avvalorare la posizione del Comune di fronte al ricorso avanzato dalle tre società, in via cautelativa, onde evitare ulteriori contenziosi e maggiori esborsi dalle casse comunali per spese legali, si è deciso di deliberare l’annullamento del regolamento. In sede di commissione tecnica il dibattito in merito è stato molto approfondito e si è scelto di inserire nella delibera di annullamento una postilla affinché il Comune si possa riservare, nel prossimo futuro, il diritto di riproporre il regolamento aggiornato alla luce di una nuova giurisprudenza. Il Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Cosimo Di Maggio, ritiene corretta la richiesta di annullamento in quanto al momento non si prospetta una situazione favorevole al Comune per la vittoria del ricorso avanzato da terzi, in quanto dopo l'approvazione nel 2013 del regolamento, tranne che per il primo anno, non sono mai stati messi a bilancio i presunti profitti del canone, ne gli enti sollecitati al pagamento producendo una situazione che vede in difetto il Comune. Troviamo, quindi, corretto l'inserimento della postilla di cui sopra.
IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA L’ANNULLAMENTO DEL REGOLAMENTO.    



giovedì 31 gennaio 2019

DOVE NASCE LA TRAGEDIA DEI MIGRANTI - Il rovescio della medaglia del franco CFA

I NOSTRI CONSIGLIERI 5 STELLE - COSIMO DI MAGGIO E GIUSEPPE DEL VECCHIO CON VINCENT GUIRI E JEAN PIERRE HABA 
Le dichiarazioni fatte dal vice premier Luigi Di Maio e da Alessandro Di Battista riguardo la sovranità monetaria delle ex colonie francesi hanno puntato nuovamente i riflettori su un argomento troppo spesso dimenticato ed omesso all’opinione pubblica.
Contestualmente il nostro gruppo è stato contattato da Jean Pierre Haba responsabile organizzazione del collettivo e cittadino Alpignanese e Vincent Guiri, segretario generale del di “COTEDIVOIRELIBREXPRESSION”, entrambi di origini Ivoriane, ma cittadini italiani da più di vent'anni che, apprezzando gli interventi dei nostri esponenti nazionali, hanno chiesto di potersi relazionare con il nostro gruppo ed hanno autorizzato questo scritto.
Inutile dire che, la loro storia, ci ha lasciati tutti in rispettoso silenzio per lungo tempo.
Le emozioni si sono alternate a momenti di rabbia, ascoltando i racconti di Vincent e Jean Pierre che, con voce calma, ma decisa, hanno rivissuto, nella testimonianza resa, la storia del loro Paese, costretto a rinunciare a gran parte delle proprie ricchezze in cambio di quella "finta democrazia" che l’occidente impone attraverso l’uso delle armi. 
Da un loro racconto apprendiamo che la Costa d’Avorio è un esempio evidente dell’ingerenza francese e del neocolonialismo e che buona parte degli sbarchi di provenienza africana in Italia hanno origine e per causa dal franco CFA e dalla Francia che spreme i Paesi africani, costringendo i suoi abitanti a migrare in Europa. 
E’ ormai risaputo come la Francia continui a comandare e depredare ben 14 Stati dell’area subsahariana, Camerun, Ciad, Gabon, Guinea Equatoriale, Repubblica Centrafricana, Repubblica del Congo, Benin, Burkina Faso, Costa d'Avorio, Guinea Bissau, Mali, Niger, Senegal e Togo, un tempo sue colonie, diventate indipendenti negli anni 60, ma soltanto sulla carta.

Gli aspetti di questo neo colonialismo sono soprattutto economici e monetari; Parigi si garantisce un ferreo controllo della loro moneta ed un monopolio esclusivo sulle materie prime di cui abbondano (oro, uranio, petrolio, gas, cacao, caffè), arricchendo la Francia e la sua classe imprenditoriale ed impoverendo fino alla miseria i popoli indigeni, che sono così costretti a fuggire per fame verso l'Italia e l'Europa, in cerca di fortuna.
Il perno attorno al quale ruota l'intero sistema del controllo francese sui 14 Paesi africani è il franco coloniale, detto franco CFA, moneta che la Francia impose alle sue colonie nel 1945, subito dopo l'accordo di Bretton Woods, che regolò il sistema monetario dopo la Seconda guerra mondiale. In origine l'acronimo CFA stava per «Colonie francesi d'Africa», ma negli anni sessanta, a seguito del riconoscimento dell'indipendenza delle colonie francesi deciso da Charles De Gaulle, il suo significato è cambiato in “Comunità finanziaria africana”.
Il primo vincolo del franco CFA consiste nell'obbligo, per i 14 Paesi che ne fanno uso, di depositare il 50% delle loro riserve monetarie nazionali presso la banca centrale francese. In pratica, quando uno dei 14 Paesi del franco CFA esporta verso un paese diverso dalla Francia ed incassa dollari o euro, ha l'obbligo di trasferire il 50% di questo incasso presso la Banca di Francia. Se, ad esempio, la Costa D’Avorio, previo un esplicito permesso francese, esporta cacao verso gli Stati Uniti per un valore di 50mila dollari, deve trasferirne 25mila alla banca centrale francese. 

Grazie a questo trasferimento di ricchezza monetaria, la Francia gestisce il 50% delle valute estere delle 14 ex colonie, investendoli massicciamente in titoli di Stato emessi dal proprio Tesoro, grazie ai quali ha potuto finanziare per decenni una spesa pubblica generosa.
Tra i numerosi vincoli imposti dagli accordi sul franco CFA, vi è anche il “primo diritto” per la Francia di comprare qualsiasi risorsa naturale scoperta nelle sue ex colonie. Da qui il controllo di Parigi su materie prime di enorme valore strategico: uranio, oro, petrolio, gas, caffè, cacao. Soltanto dopo un esplicito rifiuto francese, scatta il permesso di cercare un altro compratore.Nei contratti governativi, le società francesi devono essere prese in considerazione per prime e solo dopo i 14 Paesi del Franco CFA possono rivolgersi ad altri; non importa se i paesi africani possono ottenere un miglior servizio ad un prezzo migliore indirizzandosi altrove.

L’Africa rimane strategica per la Francia. Minacciata dall’espansione della Cina ma insidiata anche dall’aggressiva concorrenza di India, Brasile e Turchia, decisi ad accaparrarsi le risorse Africane, Parigi è determinata a difendere i suoi interessi ad ogni costo.
Quando lo ha ritenuto necessario, Parigi non ha mai esitato ad intervenire militarmente nelle sue ex colonie. E’ accaduto in Costa d’Avorio durante la sanguinosa guerra civile che ha sconvolto il Paese del cacao tra il 2002 ed il 2004 ed in Ciad nel 2006. Ai mercenari assoldati da diversi paesi Africani, per destabillizzare il paese in quell'occasione, venne promessa una casa in Costa d'Avorio a golpe concluso. Dopo il Golpe però la promessa non venne mantenuta, in cambio il nuovo governo diede loro passaporti Ivoriani, per poter raggiungere l'europa.

Oltre alla missione Onu contro Gheddafi, nel 2011 i militari francesi parteciparono, nuovamente in Costa d’Avorio, all’ultima offensiva catturando il presidente uscente, Laurent Gbagbo, considerato responsabile di scontri avvenuti non a causa del suo operato, ma a fomento di chi voleva perseguire la vittoria, non con strumenti democratici, ma attraverso la violenza. A seguito dei brogli avvenuti nel nord del Paese, durante lo svolgimento delle elezioni, gli scontri che ci furono portarono alla morte molte persone. Dopo la sua cattura ad opera delle forze francesi presenti nel Paese, la Corte dell’Aia richiese il trasferimento di Gbagbo. E’ evidente come la vicenda giudiziaria di Gbagbo è inscindibile da quella politica. Imprigionare un presidente serve ad intimidire tutti quelli che, in Africa, vorrebbero liberarsi dell’egemonia francese.

Il 16 gennaio 2019 l’ex presidente della Costa d’Avorio, Laurent Gbagbo, è stato assolto dalla Corte penale internazionale dell'Aia, da tutte le accuse. Dopo l’assoluzione il PM ha sospeso la liberazione di Gbagbo in attesa dell’appello, per timore di un eventuale fuga.

Vincent Guiri e Jean Pierre Haba concludono il loro racconto rimarcando che non è più accettabile essere strumento di lotta politica nelle mani di una sinistra che non ha avuto la capacità di fare un corretto piano di integrazione, sfruttando le emergenze, create dalla politica stessa, per fare profitto. E’ necessario intervenire non con lo slogan “aiutiamoli a casa loro”, che tanto di moda va oggi e che non è altro che l’evoluzione di quella sottocultura della beneficenza e dell’assistenzialismo caritatevole. Dobbiamo eliminare alla base questa forma di neocolonialismo proprio come proposto dal MoVimento 5 Stelle. A tal fine a sostegno di quanto sollevato dai Pentastellati, gli amici Ivoriani prospettano di organizzare una manifestazione pacifica a Torino o Roma coinvolgendo la comunità dei Paesi africani in questione che conta circa 30.000 persone in Piemonte.

Quanto sopra riportato è solo una parte di quello che ci è stato raccontato durante il consueto meetup settimanale.
Come MoVimento 5 Stelle vogliamo verificare i fatti con i testimoni diretti per sensibilizzare un pubblico sempre più ampio e cominciare a cambiare i rapporti di forza.

martedì 29 gennaio 2019

INTERROGAZIONI CONSIGLIO COMUNALE DEL 05 FEBBRAIO '19.


In data 29 gennaio, il MoVimento 5 Stelle Alpignano ha provveduto a presentare tre interrogazioni di cui si discuterà al prossimo Consiglio Comunale che si terrà il 05 febbraio.

La prima ha come oggetto la bonifica dell'ex area Federal Mogul.
Nel 2013 il MoVimento 5 Stelle Alpignano aveva promosso una raccolta firme per sensibilizzare l’opinione pubblica ad un serio e grave problema ambientale e per chiedere la bonifica dell’area a carico della Federal Mogul che nel 2010 aveva esposto ricorso al T.A.R. nei confronti dei diversi enti competenti, con l’intento di scaricare le proprie responsabilità.

martedì 15 gennaio 2019

Legge di Bilancio 2019 - Le proposte per Alpignano avanzate dal M5S


In data 14 c.m. il MoVimento 5 Stelle di Alpignano ha protocollato presso gli uffici competenti del Comune due proposte di utilità pubblica atte a migliorare la sostenibilità della nostra città. 

La prima presentazione prevede la realizzazione di un nuovo marciapiede e pista ciclabile di collegamento tra Alpignano e Pianezza.
Il Decreto del Ministero degli Interni datato 10 gennaio 2019 ha dato ufficialità all’attribuzione ai Comuni con un numero di residenti tra i 10. 001 ed i 20.000, tra cui la nostra Alpignano, di poter accedere a fondi stanziati per importo fino a 100mila euro atti a sostenere investimenti nella sicurezza delle scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. I lavori dovranno partire entro il 15 maggio e l’erogazione dei contributi sarà pari al 50% delle risorse dopo l’avvio dei cantieri mentre il restante 50% sarà erogato dopo la trasmissione del certificato di collaudo da parte del direttore dei lavori.

lunedì 24 dicembre 2018

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 DICEMBRE '18 CONSIDERAZIONI E VOTAZIONI.

I nostri Consiglieri Giuseppe Del Vecchio e Cosimo di Maggio.


Venerdì 21 Dicembre alle ore 18.00 presso il Movicentro si è tenuto l’ultimo Consiglio Comunale del 2018 che ha visto assenti le opposizioni di Alpignano Democratica ed Articolo 1.


1. Interrogazioni.

Non sono state presentate interrogazioni per cui si è potuto procedere con gli altri punti all'ordine del giorno.

2. Comunicazioni.

Interviene il Sindaco Andrea Oliva che manifesta disappunto per le consuete ed ormai reiterate assenze di alcuni esponenti del Consiglio Comunale ed irritazione e dispetto verso coloro che tramite social network instradano disvalore alle idee e lavoro altrui o che addirittura fuori da ogni ragionevole limite minacciano la persona del Sindaco stesso e della sua famiglia. Comunica altresì, che saturo di guerre intestinali tra Amministrazione ed alcuni dipendenti comunali, delegherà la direzione del personale all'Assessore Germana Castelli considerata dal Sindaco persona più adatta a ricoprire un ruolo in cui si rende sempre più necessaria autorevolezza e fermezza decisionale.
Sia il Consigliere di Alpignano Sicura, Fabrizio Dosio, che il Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Cosimo Di Maggio, esprimo la propria solidarietà al Sindaco Andrea Oliva a seguito minacce ad egli pervenute; il Consigliere Di Maggio sottolinea che l’opposizione del MoVimento 5 Stelle è e sarà sempre presente in Consiglio Comunale a garantire la fiducia che i cittadini hanno riposto nella forza politica penta stellata e come organo di sorveglianza, contestazione o collaborazione dell’attuale Giunta, esattamente come finora è stato.

giovedì 13 dicembre 2018

Guardia Medica - Continuano i disagi per i cittadini.

INGRESSO GUARDIA MEDICA (foto della scorsa settimana)


Come organo di opposizione abbiamo presentato una nuova missiva all’Amministrazione Comunale affinché provvedesse a prendere celere contatto con i Responsabili Asl TO3 al fine di favorire l’accesso, delle utenze in difficoltà di salute, con la semplice collocazione di un campanello che avrebbe dovuto essere già posizionato a fronte di un’oculata progettazione prima dello spostamento.
Quanto sopra a seguito di una nostra lettera protocollata il 19 u.s., ovvero nell’immediata entrata in funzione del nuovo servizio di Guardia Medica.

mercoledì 12 dicembre 2018

Scuola A.Tallone - Lavori di messa in sicurezza

PRIMA

DA OGGI

Negli ultimi mesi avevamo manifestato la nostra preoccupazione in merito allo stato di salute della scuola “A.Tallone”, di cui da circa due anni si era delimitata parte della zona perimetrale per davanzali mancanti o pericolanti, fili “elettrici” penzolanti, pareti scrostate; non proprio un bel biglietto da visita per una scuola che si pone l'obbiettivo ambizioso di diventare un esempio per i comuni limitrofi e che magari spera in nuove iscrizioni.

lunedì 10 dicembre 2018

Manifestazione No Tav 8 Dicembre 2018 - Silenzio dall'Amministrazione


In data 05 c.m. il MoVimento 5 Stelle di Alpignano ha protocollato una missiva con la quale si richiedeva l’uso del Gonfalone e della fascia tricolore, qualora il Signor Sindaco o un Suo delegato non avessero potuto partecipare alla manifestazione No Tav dell’ 8 dicembre.
La suddetta richiesta non è solo nata dal presupposto che il MoVimento 5 Stelle non è favorevole alla realizzazione dell’infrastruttura ma anche dal fatto che con delibera n. 40/2015 “Uscita dall’Osservatorio della Torino – Lione”, votata favorevolmente anche da Alpignano Sicura che allora era presente come opposizione di minoranza, si sanciva la posizione del Comune di Alpignano come Comune No Tav.

venerdì 30 novembre 2018

CONSIGLIO COMUNALE DEL 29 NOVEMBRE 2018 - VOTAZIONI E CONSIDERAZIONI

I nostri Consiglieri Comunali - Giuseppe Del Vecchio e Cosimo Di Maggio

Il Consiglio Comunale del 29 novembre è stato fondamentale per la nostra Alpignano e ricco di sostanza per l’entità di argomenti trattatati all’ O.d.G..
Il Sindaco Andrea Oliva inizialmente non ha potuto presenziare causa partecipazione ad un evento in Regione di interesse anche Alpignanese.
Dopo le consuete comunicazioni di inizio Consiglio circa le mancate presenze di alcuni esponenti d’opposizione, si è entrati nel vivo della convocazione assembleare con il primo punto all’ordine del giorno.


lunedì 19 novembre 2018

Spostamento Guardia medica - Difficoltà di accesso al servizio




Come da comunicazione sul sito istituzionale del Comune di Alpignano, il servizio di Guardia Medica è stato spostato presso la RSA “Al Castello” in Via Collegno, 27. A tal riguardo ci sono giunte già le prime segnalazioni di disservizio, rimediabili certamente, ma che una buona progettazione, esecuzione e vigilanza lavori avrebbe potuto ovviare fin dal principio.
La segnalazione è ben semplice, ma impensabile per un servizio pubblico così importante: manca il campanello!!!

mercoledì 7 novembre 2018

CONSIGLIO COMUNALE DEL 6 NOVEMBRE 2018 - VOTAZIONI E CONSIDERAZIONI

I nostri Consiglieri Comunali - Giuseppe Del Vecchio e Cosimo Di Maggio

CONSIGLIO COMUNALE DEL 6 NOVEMBRE 2018



E’ stato un Consiglio Comunale breve, ma meritevole di attenzione al quale il nostro gruppo a 5 Stelle ha preso parte, come sempre, con grande interesse e partecipazione.

4) ADEGUAMENTO DELLO STATUTO DELLA SOCIETA' PARTECIPATA "ZONA OVEST TORINO S.R.L." ALLE DISPOSIZIONI ANAC E CONSEGUENTE MODIFICA DELLA CONVENZIONE TRA GLI ENTI.

Dopo l’approvazione dei verbali della seduta consiliare del 02 ottobre, il Sindaco Andrea Oliva ha illustrato la variazione dello Statuto della società partecipata “Zona Ovest Torino S.r.l.” a cui il MOVIMENTO 5 STELLE ha votato favorevolmente

mercoledì 3 ottobre 2018

CONSIGLIO COMUNALE DEL 2 OTTOBRE 2018 – RISPOSTE ALLE NOSTRE INTERROGAZIONI E VOTAZIONI


I nostri Consiglieri Comunali - Giuseppe Del Vecchio e Cosimo Di Maggio



INTERROGAZIONE: “MANUTENZIONE SCUOLA “A.TALLONE”.

RISPONDE L’ASSESSORE MAURIZIO MORRA DI CELLA: 

"la prossima settimana verranno deliberati i fondi per il ripristino e ristrutturazione delle parti della facciata della scuola “A.Tallone” che presentano le problematiche evidenziate. Gli attraversamenti pedonali verranno rifatti a fine mese corrente."

RIPRENDE LA PAROLA IL CONSIGLIERE GIUSEPPE DEL VECCHIO: 

giovedì 27 settembre 2018

Sospensione in via sperimentale dell'impianto semaforico all’incrocio tra via Cavour e le vie San Gillio e I° Maggio


Considerato l'elevato volume di traffico e le lecite rimostranze dei Cittadini, il M5S di Alpignano si è attivato per sollecitare l’Amministrazione Comunale ad una rapida definizione della criticità dell’incrocio tra Via Cavour e le vie San Gillio e I° Maggio.
Incrocio tra Via Cavour e le vie San Gillio e I° Maggio



Dal 30 aprile è stata modificata la viabilità, con sospensione dell’impianto semaforico e la predisposizione di una barriera spartitraffico “New Jersey”.
La situazione sta assumendo un elemento di rischio per adolescenti, mamme con passeggini, diversamente abili, anziani e ciclisti che intendono attraversare questo tratto in ambo i lati. In diverse occasioni ci è stato reso manifesto il profondo disagio e la sensazione di pericolo ed insicurezza provato dagli utenti nell’attraversamento della carreggiata stradale.

sabato 22 settembre 2018

Adeguamento ed integrazioni per la mobilità cittadina

Uno punto del nostro programma elettorale presentato nel 2016, fu il P.E.B.A., Piano Eliminazione Barriere Architettoniche.
Estratto dal Programma elettorale 2016/2021 del M5S Alpignano



Innanzitutto, che cosa sono le barriere architettoniche? Una barriera architettonica è un qualunque elemento costruttivo che impedisce o limita gli spostamenti o la fruizione di servizi, in particolar modo a persone disabili, con limitata capacità motoria o sensoriale.
Scale, gradini o rampe troppo ripide, rappresentano elementi architettonici in grado di limitare la mobilità delle persone.


lunedì 10 settembre 2018

"Scuola-College" A.Tallone - Una grande sfida, non solo didattica


Scuola Secondaria "A. Tallone"

Sabato 8 Settembre, è stato ufficialmente inaugurato il progetto "Scuola-College" nella Scuola Secondaria di primo grado “A. Tallone". 
Una bella novità per il nostro Comune che non può che renderci felici, considerando le difficoltà che le scuole Alpignanesi attraversano ormai da tempo immemorabile (vedi chiusura Scuola Primaria "A. Gramsci"). 
Con la "Scuola-College", non saranno più i docenti a dover cambiare aula alla fine delle loro lezioni, ma a spostarsi saranno gli alunni.
Infatti una delle novità, oltre agli armadietti colorati dove i ragazzi potranno posare zaini e libri (saranno abbastanza capienti?), saranno le aule dedicate alle varie materie come lettere, storie e geografia, matematica e scienze, inglese e francese.
Insomma, una bella sfida per insegnanti, alunni e perché no, anche per i genitori che insieme ai propri figli vivranno per la prima volta questa esperienza e che darà a tutti una grande opportunità di crescita.

Ma veniamo alle note dolenti.

venerdì 17 agosto 2018

Qualche informazione sullo Stato di sicurezza dei Ponti Alpignanesi

Oggi abbiamo protocollato questa richiesta al Sindaco del nostro Comune.
Stato di sicurezza dei Ponti Alpignanesi

I recenti fatti di Genova in merito al crollo del “Ponte Morandi”, hanno scosso l’opinione pubblica sulla sicurezza di ponti e viadotti.
Molti cittadini Alpignanesi ci domandano in quale stato versino i due principali Ponti Alpignanesi.
Ci troviamo dunque nella difficile condizione di dover rispondere pur non essendo noi né ingegneri né architetti, ma politici alla prima esperienza; abbiamo quindi messo insieme informazioni, basando le nostre risposte su documentazioni raccolte durante la nostra attività politica.
Riportiamo quelle di nostra conoscenza:

Ponte vecchio

lunedì 23 luglio 2018

Consiglio Comunale del 19 Luglio 2018 - Risposte alle nostre Interrogazioni


  • Prima interrogazione del Movimento 5 Stelle:
Situazione degli scarichi delle acque pluviali

IL consigliere Cosimo Di Maggio prende la parola:

"I chiusini siti nel territorio comunale risultano in alcuni punti completamente otturati e pieni di residui.
Lo stato di efficienza dell’apparato di scarico delle acqua pluviali influisce sui servizi collegati alla collettività, quali viabilità, transito, trasporto pubblico e privato, nonché sulle attività di soccorso e prevenzione.
Considerato che
Un singolo scarico mal funzionante innesca una reazione di collegamento con gli scarichi di prossimità, compromettendo il regolare deflusso anche nei restanti scarichi sia a monte che a valle
Si interroga il Sindaco e la Giunta
Se sono previsti interventi di manutenzione e controllo per la pulizia dei suddetti chiusini, sia sulla grande viabilità che sulle vie più interne."

venerdì 20 luglio 2018

Assestamento generale al bilancio di previsione 2018 - Consiglio Comunale del 19 Luglio 2018


2 - COMUNICAZIONI 

Nessuna nostra comunicazione

3 - ASSESTAMENTO GENERALE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2018. VARIAZIONE N. 3 AL BILANCIO DI PREVISIONE 2018-2020.
4 - VERIFICA SUSSISTENZA EQUILIBRI DI BILANCIO 2018-2020 E RICOGNIZIONE SULLO STATO ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI DI CUI ALL'ART. 193 D.LGS. 267/2000

lunedì 16 luglio 2018

Interrogazioni per il Consiglio Comunale del 19 Luglio 2018

INTERROGAZIONE con risposta verbale.
Oggetto: Situazione strade Comune di Alpignano.


INTERROGAZIONE con risposta verbale.
Oggetto: Situazione degli scarichi delle acque pluviali.








lunedì 2 luglio 2018

Relazione finale chiusura PL - Consiglio Comunale del 26 Giugno 2018

Convocazione del Consiglio Comunale del 26/06/2018



2 - COMUNICAZIONI 
Durante il Consiglio Comunale, tenutosi martedì 26/06/2018, il nostro Consigliere Cosimo Di Maggio ha letto un comunicato, avente come oggetto "Special Olympics 2018 - Comunicazione in Consiglio Comunale ", in cui invitava tutto il Consiglio comunale a riconoscere un premio ai ragazzi Alpignanesi protagonisti dei giochi e al loro allenatore.